domenica 14 ottobre 2007

In the mood for love

Che Pablo Escobar intrattenesse rapporti col presidente Uribe sinceramente mi sfuggiva. E ancor piu' sinceramente dopo 4 giorni ininterrotti di viaggio e 20 ore di digiuno me ne fregava pochino. Ma Gustavo da Cali aveva tanta voglia di parlarmene, ad una boccata di castigliano fuori stagione non si puo' dire di no, ed e' assolutamente inutile cercare di imporre il silenzio ad un pensionato colombiano che viaggia da solo e adora Fellini, Pasolini e piazza Navona. Anche se tutt'attorno si dischiudono i panorami piu' poetici della Cina meridionale. Appena a sud di Guilin sfilano infatti le risaie, i boschi di bambu' e i fantastici pinnacoli che nei secoli hanno ispirato gli artisti con gli occhi a mandorla: le grotte, le caverne e le strette colline coperte da alberi che spuntano dalla pianura come effetto dell'erosione del mare e che culminano in prossimita' di Yangshuo nel picco del loto verde e in centinaia di prodotti della fantasia creativa sviluppata dalla natura in 300 milioni di anni. Un incanto nel quale il forestiero in bermuda viene attirato, abbindolato, imboccato e poi spennato. In buona compagnia, visto che non c'e' luogo in cui i cinesi siano in minoranza. In cittadine come questa - viuzza pedonale stile Playa del Carmen da percorrere fino all'infiammazione dei tendini - l'industria del turismo si sbizzarrisce cosi' poco che a qualsiasi longitudine il risultato e' sempre pateticamente lo stesso: un remoto profumo di incenso, un flauto sempre vispo, le insegne fosforescenti dei pub, lo struscio frenetico fra le processioni di bancarelle affollate di mercanzia presunto-tradizionale, finto-alternativa e global-kitsch. Dalle collane delle donne Miao agli accendini a forma di teschio, dalle candele profumate ai cappellini degli Yankees, dal gatto dorato di plastica che ti fa ciao con la zampa alle magliette con le effigi di tutto l'idolatrabile, Che Guevara e Yao Ming in testa. E poi i braccialetti in argento tibetano (mi raccomando), il tuo nome scritto su un osso di yak tibetano (ci tengo), i portamatite in rigoroso legno tibetano (ma che me stai a piglia'...?). Manca il tizio che fa le treccine con la fascia in fronte e la canna stritolata fra le labbra, ma e' solo questione di tempo. O di spazio. Dal Mekong in giu' sara' l'eterno ritorno dell'identico scempio. Quello che sfocia sempre nei ristorantini dal menu perverso. Ne apro uno a caso e leggo. Espresso e cappuccino; colazione all'inglese, all'americana, all'olandese e alla scandinava; caffe' brasiliano, irlandese, colombiano, messicano e dello Yunnan; muesli statunitense, omelette alla spagnola, riso alla thailandese, alla giapponese e all'indonesiana, verdure alla canadese, insalata all'israeliana e all'hawaiana, sandwich alla pakistana, toast, patatine e maiale stufato alla francese, hamburger all'italiana, pollo alla viennese, bistecca alla neozelandese, salmone alla norvegese, borsch all'ungherese e alla russa, fajitas e le immancabili pizze Magherita, Vezuvio, Cappricosa, Prima Vera e Italian (tomato sauce, cheese, bacon, ham, onion e green peppers) . Non manca neanche la rinomata zuppa di coda di bue alla francese. E per gli amanti del genere c'e' il serpente in cinque salse, il cane fritto a 4 euro e mezzo, e il seasonal mouse ("scusi, qui manca una S o...?"), perche' qui i topi si riproducono a multipli di nove. E se conservati a lungo in frigo perdono le preziose proprieta' organolettiche e quel certo nonsoche' tutto loro. Viva la bettola che tre strade piu' in la' ti propone due piatti con quattro ingredienti. Perche' usciti dal circolo vizioso delle trappole per inguaribili boccaloni, i dintorni di Yangshuo sono una delizia. Basta arrampicarsi sul biliang feng o montare in sella e pedalare oltre le ultime case per trovarsi avvolti nella quiete e circondati dalle muse degli acquarellisti cinesi. Le anse del piccolo e fortunato fiume Li che si aprono in paludi circondate da composizioni decorative di roccia calcarea, formazioni carsiche rivestite di piante di cassia, centinaia di pani di zucchero che addolciscono il cielo e offrono di che vivere a uccelli, farfalle, anatre, libellule, anfibi. A bufali al guinzaglio di anziane, a uomini piegati sotto il peso dei sacchi di riso, a contadine con le cortecce di bambu' sulle spalle e le ceste appese alle estremita', agli imperterriti parassiti che pescano con i cormorani. Tutti coperti dai cappelli di paglia, conici o a cupola. E, qualche chilometro ad ovest, all'etnia Yao, le cui donne sono note al Guinness come le portatrici sane dei capelli piu' lunghi del mondo - li tagliano solo a 16 anni, in vecchiaia le chiome nere raggiungono il metro e ottanta - ma ancor piu' famose per il costume di pizzicare il didietro degli avventori. E a quel musone che agita pericolosamente le forbici sbraitando senza sosta con i suoi compari. Mi domando sempre di cosa diamine straparlino tutto il giorno i paesani che non hanno accesso a giornali, libri, radio e tv e che vivono e condividono le medesime esperienze tutti i mesi della loro vita, ma nella fattispecie il tema era probabilmente il seguente: "perche' mai un italiano va in mountain bike fino al villaggio di Fuli e sgancia 25 centesimi di euro per farsi dare una spuntatina alla zazzera?". Intanto a Yangshuo la giostrina continua a girare, gli stranieri e i cinesi ad andare e venire, i pittori ad essere ridotti a caricaturisti e gli scrittori a estensori di testi per le t-shirt. Fino a mezzanotte, quando il circo va a nanna e a spasso restano solo un paio di figuri che si avvicinano di soppiatto al masculo solitario e gli sussurrano qualcosa intingendo l'indice destro nell'incavo dell'altra mano. Non mastico ancora bene l'idioma del posto ma propendo per l'interpretazione maliziosa. "Ti sembro uno che deve pagare per andare con una donna?". Non e' presunzione - quella, semmai, e' etica, non certo estetica - e' paraculaggine. Ai fantocci non resta che lasciarmi in pace o offendermi. E spesso, nel dubbio, quelli continuano ad offendere. Interrogata sull'argomento, Kelly dichiara che sono il suo mito, Shelley dice che me la gioco con Bob Marley, Anne e Debbie che non sono state loro a decidere di venire a Yangshuo perche' e' stato il Dio della Bibbia che le ha portate qui (non c'entra niente, ma non e' colpa mia se non parlano di altro), mentre Justine non si pronuncia ma lascia parlare i fatti. Unica inglese purosangue in mezzo alle succitate cinesi angolofone, in perenne equilibrio dinamico fra le radici veraci del Dorset e la fragranza posh della City, mi importuna con una scusa risibile, si fa dare una stanza vicino alla mia, mi trascina ogni sera a cena nell'osteria a gestione familiare che ha individuato di giorno, propone supplementari a base di birre e gelati per prolungare le disquisizioni su Gordon Brown e David Cameron, sulle scommesse e sugli sviluppi sostenibili, sulle maratone e sui dritti lungolinea. Sostiene che pensiamo in modo simile ("comincia a escludere Christina Aguilera e quella storia dell'oroscopo"), rimanda di un giorno la sua partenza da Yangshuo e mi chiede di raccontarle le mie storielle sull'Africa e sull'India. Perche' sua madre ha vissuto in Rhodesia e il boyfriend e' originario di Delhi.

78 commenti:

federico ha detto...

ti rifersci alla nascita del partito democratico, o no?
:-D
li hai trovati i gazebi per votare sullo yangtzè?

Anonimo ha detto...

sono le 4 antimeridiane e ti leggo in pace- ma che fai S. Francesco è morto?

Anonimo ha detto...

Ma tutte fidanzate le trovi??

Anonimo ha detto...

altre foto perfavore!!!!

Anonimo ha detto...

Aho, a me 'sta Justine non mi sembra per niente male! Vai Dario, tieni alto il nome di Roma...
Fabrizio

Anonimo ha detto...

Dopo una lunga pausa ti ho letto con piacere. Le foto continuano ad essere bellissime. I paesaggi, i volti, le situazioni che immortali lasciano ampio spazio all'immaginazione nonostante i vari commenti scritti mi guidino verso la reale appartenenza delle immagini.

Ti ho visto in linea su skype per un bel po' domenica ma, mi hai snobbato!!! Eri tu o un clone?
Avevo voglia di chiaccherare un po' con te anche per chiederti un'opinione che avrei dovuto commentarti gia' qualche mese fa.


Hasta siempre viajero
G&fam

fulippo: non trovo la tua mail. Scrivimi hce ti rispondo per aggiornarti sulle novita' e sui prezzi del tuo prossimo viaggio, cioe' vacanza! Tu sei un vacanziero (di classe A).......l'appellativo di viaggiatore lasciamolo ad altri.
smack

Dario ha detto...

Si', tutte fidanzate, sposate, divorziate, coi figli, con le madri. O e' una persecuzione o e' un segno...

p.s. Gieich, presumo fossero i nonni coi nipotini.

Anonimo ha detto...

Questa e` la vera Cina!!! poesia, natura, verde e corsi d'acqua gorgoglianti, montagne e pianure, semplicita`...ma una libera non la riesci a trova'. Ho scommesso col biondo che l'Ammmore lo trovi in Cina...Magari con una cinesina dalle lunghe chiome...Ti devo scrivere al piu` presto una mail. Corta, lo giuro:-) La mia azienda chiude il 31 dicembre...vedremo se riescono a "sistemarci". nel frattempo, ti potrei raggiungere...dove sarai per quella data? Baci!!! Chiara

Dario ha detto...

Ma...tipo a Timor Est

Anonimo ha detto...

MMMhhhh...posto tranquillino....Mo` ci penso e ti faccio sapere. Comunque mi manca proprio sentire la tua voce al mattino. Mi dispiace per Bersani ma non ha la tua vitalita`. Mentre mi piace un sacco Federico, e` veramente bravo. Comunque, se trovi l'Ammmore mi informi subito? Sai com'e`, dovrei dare la mia "approvazione":-) Scherzo ovviamente. Ho visto (per canali occulti) una tua foto in versione guerriero cinese...la posso far circolare ovunque?? io e il biondo siamo stati a Pisa 'sto we e abbiamo fatto la foto facendo finta di reggere la torre....me vergogno. baci!!!p.s.e` giunta l'ora di guardare il film che mi hai regalato al compleanno, cosi` ti sento piu` vicino. Chiara Zucchina

Anonimo ha detto...

Insomma continui ad essere "fidanzabile" per la gioia di tutte (o gran parte? :P) delle pulzelle che ogni tanto ti leggono.
Che mito d'uomo!
Stefania

P.S...ma i calzini/pedalini ogni tanto te li lavi?

Dario ha detto...

Geografia canaglia. Me pari mi' sorella, Chiare'.
Guerriero cinese... il modelloin questione indossa un abito uzbeko con prezioso copricapo turcomanno.

p.s. si' posto assai tranquillo, mi dicono...

Dario ha detto...

Stefania... faccio un bucato a mano ogni due giorni, appena mi "piazzo" in qualche ostello. Poi se diluvia come a Cheng Du riparto con la roba umida ma sono rischi del mestiere.
(etciu')
Le lavatrici un po' piu' di rado per evidenti motivi. Che poi con l'asciugamano rosso accattato in un mercatino kirghiso sono guai per tutto il resto...

Anonimo ha detto...

Uzbeko, turcomanno o cinese...eri proprio carino!! Contenta di sapere che ti lavi e lavi la biancheria...Bacio anche da Giancarlo.Chiarachan Zucchina

giancarlo ha detto...

vacce in giro a p.zza zama co l'abtio uzbeko se c'hai coraggio...
senti il bacio non te lo mando, mica t'offenni vè? anche xchè la mia giovin signora continua a sognarti...mentre tu stai in girno x il mondo a rimorchiare...
saluti, castà.

Anonimo ha detto...

ciao!
tutto ok con postepay? non ho avuto più tue news...ora rifunziona il pin?
un abbraccio paolo

Dario ha detto...

Paole', per ora neanche ad Hong Kong ho visto sportelli che specificano "Electron". Se non sono abilitati, va a finire che io provo, riprovo, ririprovo e poi si riblocca la carta.
Biondo, i baci tuoi sono piu' inquinanti dell'acqua dello Yagtze.

Anonimo ha detto...

scusate se mi intrometto e forse dico una banalità, ma non basta per la postepay che gli sportelli appartengano al circuito visa anche se non è specificato electron?

Dario ha detto...

E' possibile e forse probabile, ma non ne sono piu' certo. E se non vado a colpo sicuro non capiro' se non riesco a ritirare perche' il codice e' sbagliato o semplicemente perche' la carta e' figlia mia...

Anonimo ha detto...

senti, io ho prelevato all'estero con la carta postepay sul circuito visa, quindi ti direi in qualità di testimone oculare che funziona. Per quanto riguarda il codice, dovrebbe esserti arrivato a casa anche un qualche straccetto cartaceo che ti comunica il numero di codice e che puoi confrontare (ovviamente capisco che, se non l'hai portato con te, dovresti cercare di far trovare a qualcuno questo pezzo di carta guidandolo a distanza, ma del resto siamo nella ICT society! altrimenti c'è un mumero verde e penso che possono rimandartelo se vengono chiamati)

Dario ha detto...

Mon cher anonyme, tutto cio' e' stato fatto. A partire dal prevelare dall'estero in due distinti viaggi, in due distinte annate e in due distinti continenti. Prima di questo. In questo viaggio, a mo' di esempi, a Cipro la carta mi e' stata accettata dalla macchinetta del porto ma non dallo sportello di una banca; in Cina la sola provincia dello Xinjang non riconosce queste carte prepagate, le altre si'. In questo senso prima di fare altri tentativi voglio andare a colpo sicuro. Altrimenti non capisco dove nasce il problema.
(della serie se se dovemo fa' li fatti sua famoseli fino in fondo...)

Anonimo ha detto...

farmi i fatti tuoi mi interessa sempre...mi sembrava strano che non fossi avvezzo all'uso di postepay in giro per il mondo, ma, visto che non si sa mai, ho provato a rendermi utile. e poi mi faceva piacere farmi 4 finte chiacchere con te che sei ancora sveglio a quest'ora della notte

Dario ha detto...

Gli ultimi 2 anni sono stati una bella palestra...

Anonimo ha detto...

se non sbaglio Brasile ed ex URSS, una palestra di discussioni con i bacomat?

Dario ha detto...

No. Sveglia lunedi'-sabato alle 5.40. Una palestra di non sonno.

Anonimo ha detto...

ritmi biologici compromessi per sempre. i vantaggi sono che si possono gustare momenti di silenzio e aria sospesa mentre pare che tutti dormono. Bè, forse lì ad Honk Kong il silenzio non è di casa

Dario ha detto...

Al trentesimo piano di un grattacielo della zona degli uffici ai piedi del Victoria peak non si sentiva una mosca neanche a mezzogiorno.
Confermo la storia dei ritmi.

Anonimo ha detto...

confermi anche che non tutti hanno la fortuna di vedere una città che dorme all'alba? Quindi ci sono bolle di silenzio all'interno di quello che presumo sia un tempestoso caos metropolitano. "non si sentiva" perchè adesso ti sei trasferito ai piani bassi?

Dario ha detto...

A mezzogiorno - oggi, esperienza esperita - non si sentiva. Qui non e' piu' mezzogiorno e forse domani si sente. Quien sabe.

Anonimo ha detto...

che ci facevi a mezzogiorno chiuso in un grattacielo?

Dario ha detto...

Cercavo di dormire (presente la questione dei ritmi? Se aggiungi una notte insonne su un bus e una scarpinata con lo zaino in spalla...) ma poi mi son messo a scrivere.

p.s. Cosa?
p.p.s. Mail.
p.p.p.s. A chi?
p.p.p.p.s. Dieci a Filippo (illustrare le tappe di un percorso ad un signore anziano non e' affatto facile), sette a Bobo, tre ad Antonio, due ad Amaury e una ciascuno a Sandro, a Jessica, a Onnis, a Beatrice, a Marco, a Stefano, a Manu' e a Franco.
Per conoscere il contenuto chiedi a loro, che io vado a dormire.

Anonimo ha detto...

lo so, faccio sempre troppe domande! una mail potevi scriverla anche a me. buonanotte

Dario ha detto...

Poi dice perche' uno parte per dieci mesi...

Anonimo ha detto...

per scrivere mail invece di chiaccherare faccia a faccia :)
il gusto semi-cinico secondo me non ti dona

Dario ha detto...

Chiacchierare faccia a faccia con Filippo e' sempre difficile, visto che dimora a Palermo. Per tacere di Antonio, che quando non sta in Giappone o in California vive a Berlino. Cmq quando si degnano di passare per Roma o per Bukhara il mio tempo e' tutto loro.

p.s. il gusto e' ad personam. L'anonimato talvolta e' un'illusione.

bobo ha detto...

"Per conoscere il contenuto chiedi a loro, che io vado a dormire."

Beh, la vita:
- il lento ed inesorabile crescere e decrescere di ormoni e feromoni, vera marea della condizione umana...
- le prospettive, dalle varie angolazioni, all'indomani di un ritorno (chiedi a Ulisse)...
- un dvd di fotografie da incorniciare per gli astanti...
- varie ed eventuali sull'essere viaggiatore e nel contempo un blogger di successo e di contenuti...

ps. neanche poco (offese a terzi omesse)

Anonimo ha detto...

A proposito dell'asciugamano rosso e le lavatrici, in effetti un bel paio di mutandine rosa......

Stefania

P.S.....MA VAI A DORMIRE OGNI TANTO.....!!!!!

Anonimo ha detto...

le illusioni possono anche essere consapevoli o condivise

Anonimo ha detto...

...oppure possono essere accordi taciti

MAURO ha detto...

Ti aggiorno sulle classifiche:
HENIN, JUSTINE BEL
5500.00
KUZNETSOVA, SVETLANA RUS
3775.00 1
JANKOVIC, JELENA SRB
3475.00
IVANOVIC, ANA SRB
3175.00
SHARAPOVA, MARIA RUS
3161.00

Federer, Roger (SUI) 7355

Nadal, Rafael (ESP) 5385

Djokovic, Novak (SRB)4370

Davydenko, Nikolay (RUS)3255

Roddick, Andy (USA) 2505

Magari le conosci ma vorrei ricambiare in qualche modo l'esperienza che ci stai trasmettendo....

Dario ha detto...

Prima che la mannaia del filtro cinese si riabbatta sulle mie scarse potenzialita' comunicative e mi impedisca di interagire con l'amici mia per una settimana-dieci giorni, ho un po' di auguri di compleanno in saccoccia:
Alla dott.ssa Caruso nonche' miss Mezza.
Alla signorina Yomayra nonche' madama Gieik.
A Donedo Delvecchio, futuro signor Puci Puci.
A mademoiselle Fernandez (un paio di connazionali tue m'hanno preso per marsigliese per via dell'accento. Lo prendo come un complimento? :)
E soprattutto all'uomo Tigre Felici A. Iosa, che c'ha un anno ma ne dimostra cinque. Auguri, Alessandro!
...per i 30 dello Sbedone dovrei essere di nuovo libero di tentare di esprimermi.

p.s. si', Mauro, ma se non mi dici che vincendo Mosca Davydenko si e' qualificato per la Master Cup... ;)

Anonimo ha detto...

se non ti conoscessi come ti conosco potrei anche credere che te la sei rimorchiata sta justine.. comunque sappi che anche se sei lontano io ti penso. e sto lavorando per te.. meglio le descrizioni "naturalistiche", gli aneddoti e le amenità, lo sfigatismo congenito che ami esibire senza ritegno..( e poi dici perchè non la vedi mai..), che le analisi storiche prese dalla Lonely, per capirci. (anche perchè non mi pare che la storia fosse il tuo forte..un pò come quella - chi c...era? mo mi sfugge - che interrogata disse che il concilio si "tenette" a Trento..bei tempi quelli!) comunque una bella limatina, un registro più narrativo e meno "costretto" da esigenze del blog (per intenderci stile i diari tra argentina perù e compagnia cantante) e secondo me qualcosa spunta fuori.. e poi nun dì che non ti penso..:)))) ps. voglio vedere se ti correrà l'obbligo di fare gli auguri anche alla sottoscritta.. ah sì certo, io avanzo ancora di un regalo di compleanno!! BENE

Dario ha detto...

Direttamente dalle catacombe col solito furore isterico... :)
Ah Marino, non ti scomodare a lavorare per me: oggi un indiano con tanto di santone spirituale mi ha bloccato per strada per dirmi che nel mio futuro c'e' fortuna e amore. E' tutto a posto.
E in storia c'ho l'unica lode della mia carriera universitaria ;)

Anonimo ha detto...

Ma almeno hai dormito? O hai continuato a goderti il silenzio? Effettivamente l'abitudine alle levatacce e a vivere mentre il mondo dorme ancora ha i suoi vantaggi...arricchisce spiritualmente, ti da` tempo di pensare... Secondo me invece 'sta Justine non fa per te:-) ma quindi per i prossimi 10 giorni dovro` stare senza tue notizie??? Non so se ce la posso fa'. Pero` nel frattempo ti scrivo 'sta mail che ti ho "promesso" (ma forse era una minaccia...manco in Cina te lascio sta'!). Ma quanto e` inquinato lo yangtze`? il biondo ci potrebbe rimanere male...Il santone c'ha ragione. Io vedo tanto amore nella tua vita:-0 Baci Baci!!! Chiara Zucchina

Anonimo ha detto...

A proposito di storia e geografia, chi veramente sta scontando fisicamente la tua assenza è il povero Agroppi... i suoi cruciverba, più che passatempo, sono diveuti torture cinesi. Il buon Bersani è scarso in criverbologia e nell'uso del signor Google.
Prima o poi Aldo si darà malato...

Dario ha detto...

Bo', nome in codice SCREMATIO

Anonimo ha detto...

@Bobo: mi sembra che dopo il ritorno ad Ulisse gli è andata bene anche se se l'è dovuta un po' sudare. Almeno, come alcuni hanno l'ardire di ipotizzare, fino al viaggio successivo...

bobo ha detto...

??????

Anonimo ha detto...

mmm...che simpatia..Bene

bobo ha detto...

ma quale simpatia... non ho capito una ceppa...

piusto Dario,
ho inserito 2 nuove galleris:
▪ Turkmenistan
▪ Uzbekistan

se mi mandi un po' di didascalie le completo...

Dario ha detto...

Parlavo di scrematio relativamente alle foto...

Anonimo ha detto...

no bobo tranquillo. quel "che simpatia..." era ironicamente rivolto alla verve del dott castaldo, che mi ha smosciato in tre secondi entusiasmo e buoni propositi. come si dice..una caramella in bocca a un somaro.. Bene

Anonimo ha detto...

L'importante e` capirsi....Chiara Zucchina

bobo ha detto...

"Parlavo di scrematio relativamente alle foto..."

ho scremato... considerando le oltre 800 di partenza... :-)

Anonimo ha detto...

Ulissa c'entrava con la risposta sulla mail! ma non era una cosa su cui applicarsi troppo. Comunque siete tutti simpatici (tranne Dario che è un po' acidello :)

Anonimo ha detto...

l'ultima cosa e poi non parlo più! :) le foto dell'Uzbekisthan sono davvero una meglio dell'altra!!! forse c'è una statua d'oro di troppo che andrebbe nella galleria del Turkmenisthan, e "la dichiarazione" mi sembra piuttosto "la richiesta di perdono" :)

Paola

bobo ha detto...

Ammazza che occhio Paole'...
grazie
vado e cambio

Anonimo ha detto...

scusa, se proprio vogliamo essere puristi ti faccio notare anche "residui" meccanici, "pugilistica" e "compagnia" del cocomero, ma tanto perchè sono una perfezionista un po' rompiscatole ;)
complimenti per l'indefesso lavoro :)

Paola

Dario ha detto...

A me "discutemo dell'ingaggio" a Paola "vado e cambio"... sottospecie di Junior di Roma sud, prendi nota:
- il signore che mi fa il pollice e' kazako di Shymkent (illustra pure il post), non turkmeno
- la statua di Lenin con l'uccello in controluce (...) e' a Bishkek, quindi kyrgyza (illustra pure il post)
- i bambini che guardano l'obiettivo dall'alto sono kirghisi di Kadji Say (illustrano pure il post).
Queste sono le richieste facili, poi ce ne avrei un'altra trentina. Vado? :)

Dario ha detto...

Bo', rispondile che Turkmenistan si scrive senza acca ;)

bobo ha detto...

Dario... tutto via mail, che si fa difficile la cosa...

lo dicevo io...

Paola: Turkmenistan si scrive senza acca, se non le sai le cose... salle.

Anonimo ha detto...

non lo so perchè nella mia memoria c'è l'idea che Turkmenistan si scrive con l'acca. Perfavore, qualcuno può chiedere a Dario se Uzbekistan si scrive con l'acca o senza? secondo me comunque in qualche lingua l'acca ce la mettono...

Paola

Anonimo ha detto...

...ok, l'acca la mettono solo nella mia lingua...

ciao a tutti

Paolha :)

Anonimo ha detto...

hey Darietto, Yomayra ti ringrazia per gli auguri ma non cambia di idea circa "il padrino sin verguenza".......

Ti abbracciamo forte e ti aspettiamo per il compleanno di Jamila.......ahooo so' du anni che nun vedi a tu fijoccia.....

G&fam

Dario ha detto...

Stefania: colore base RIGOROSAMENTE nero.
Chiaretta: non sparisco e se ho qualcosa da raccontare scrivo pure. Ma come per tutto il mese precedente, rientrando in Cina non potro' leggere il sito e interagire.
(quindi auguri di nuovo a Anna, Donato, Yomayra, Laure e Alessandro :)
Giancarli': sono esattamente 17 mesi e mezzo. Mi son perso qualcosa? :)
Il somaro con la caramella in bocca

bobo ha detto...

rientrando in Cina ?

fulippo ha detto...

Preferisco rispondere sul blog, davanti a tutti così da non essere accusato/sputtanato di avermi scritto 10 mail in una solo mattinata, ma tanto che cavoletto hai da fare tutto il dì.

Mi chiedo se il tuo amico honconghese, tale Matteo Testabianca, sia stato consapevole di quanto gli sei costato?

L'anno prossimo, per dispetto, non vengo a Kamarina. Mi affitto una casa a Punta Randello e vado a fare il bagno al Mediterranèèèè naturalmente col PC, tanto le foto non si bagnano e il percorso lo minituarizzo sull'arenile.

Però, ho un'idea e ti prendo come socio in affari.
Abbiamo tutta la spiaggia del villaggio a disposizione, possiamo creare, cancellare, rimodellare, riprodurre in miniatura il percorso. Ad un modico prezzo potremo far visitare e rivivere tutte le tappe. Una nuova attività imprenditoriale sta per cominciare. Il futuro è nelle nostre mani.
Tu intanto pensa a raccogliere (episodi, esperienze, amicizie) quan'altro ci potrà servire per ampliare il nostro (maestatis) tour.

Il nostro motto sarà:
GENTE!!! IL Vaffa_DARIO_Tour E' ARRIVATO. APPROFITTATENE!!!

Anonimo ha detto...

Fulippo, io mi prenoto!!! E con me la mia meta`! tanto, volevamo proprio andare in Sicilia l'estate prossima...Dariu', per te va bene? Chiara Zucchina

fulippo ha detto...

Volentieri!!!
Abbiamo già una Chiara nella nostra scuderia e partecipa con un marito e 2 figli.
Però attenzione: Kanarina è pericolosa. Chi ci viene viene colpita da una malattia inguaribile: la figlite (chiedere a Maila per consigli).
I bambini sono colpiti invece da una'altra malattia: la tornite (ogni anno vogliono ritornare almeno fino a quando non cominciano a zingarare per il mondo).

Se avete bisogno abbiamo Pino, il nostro tour_operator, specializzato in kamarina/affitti/vendite (tutto in famiglia).
Per cocnoscenza visita: www.kamarina.it (tutto quello che vedi è reale).

Anonimo ha detto...

Grazie per la preziosa informazione! E` bene avere gia` un punto di partenza/riferimento. Ora lo dico pure a Giancarlo....Ho visto delle foto di Kamarina che sono un sogno:-) Baci. Chiara

bobo ha detto...

Ah, però... bel posticino per rilassarsi. Dì un po' Filì: lì si pesca?

Anonimo ha detto...

Dario, ma guarda che il rosa è di tendenza (lasciamo perdere di quale "tendenza", nevvero?), altro che il nero!
Stefania

P.S. Kamarina: la Sicilia è tutta moooolto bella: ha un mare stupendo, tanta cultura e si mangia alla grande. Io ho lasciato un pezzettino di cuore a Patti e un altro pezzettino a Erice/Favignana. SIGH!

Dario ha detto...

Qualcuno faccia presente al tripputo e anziano interista di Mondello che se lui chiama su un cellulare honconghese (scritto bene? :) che sta a hong kong, il proprietario del suddetto cellulare honconghese non paga mica. Altrimenti dopo le 2 ore con Berlino, Matteo e Anthea dovevano ipotecare casa. Altro paio di maniche se nel conto-spesa ci metti le cene che mi hanno offerto...

p.s. Kara-Kul' sta sempre in Tagikistan, non in Kyrgyzstan. Geok-Tepe e Nisa invece in Turkmenistan. Che pazienza che ce vo' :)

bobo ha detto...

Dario...
ma na bottarella de skype no, eh?

Dario ha detto...

Non vorrei che la resistente corda degli Whitehead si spezzasse. Facciamo da Kunming, se trovo.

fulippo ha detto...

Bobo: si praticano 3 tipi di pesca.
- da sub, 1/2 km al largo c'è una secca da cui tirano su polipi e quant'altro
- da canna, la spiaggia è delimitata da due pennelli a mare (una 50na di metri) comodi allo scopo. Da qui, anni fa prendemmo un cerniotto di circa 500g; quindi pensammo di spargere la voce, lungo la spiaggia, che era in corso il "passaggio delle cernie" facendo vedere a tutti quanti il nostro trofeo. Bambini, ragazzi e adulti corsero tutti a prendere canne e lenze. Naturalmente era una bufala da noi apposta organizzata: la cernia era bella e morta, proveniva dal mercato ittico di Scoglitti.
-d'altura, se disponi di una bella barca puoi andare a pescare nel mammellone (siamo in pieno canale di sicilia), rischieresti di essere sequestrato dai tunisini ma mangeresti i migliori gamberoni esistenti.

Stefania:
- Favignana è bella sempre
- Kamarina è bella solo quando ci siamo noi.

Dario:
- com'è la storia che a King Kong le telefonate via cell ricevute non si pagano? che abbia il cell clonato!

anonimi:
perchè non vi battezzate?

Marcolino CC ha detto...

mi affascina leggere queste cose... darie' sei un grosso...pitone!!!!

Anonimo ha detto...

aaaaa fuli' ti sei dimenticato di citare i mitici pesci pecora.....come hai potuto dimenticartene.....

bella la Sicilia......anch'io mi sento figlio adottivo di Santa rRosalia!

G&fa"h"m

;-) paola