domenica 8 giugno 2008

Puci per sempre

Marco e Chiara si sono sposati con rito civile officiato da amico detto 'Il Pera' in chiesetta sconsacrata e con ricevimento equo-solidale. Puci e Donedo hanno affittato pullman, parcheggi e hotel, occupato la chiesa degli Artisti, celebrato in due lingue e sparato fuochi d'artificio a Villa Miani. Il mondo è bello perché è vario. E io sto spesso in mezzo. A parte rispettare i tre appuntamenti per i quali ero rientrato dal periplo del globo - il terzo era quello ravvicinato col cordolo di via Marmorata - in un mese ho cercato chi mi offrisse una cena (con risultati decenti), cercato un lavoro (con risultati discutibili) e cercato una ragazza (con risultati disastrosi). Poi ho conosciuto Paolo Sorrentino e Alex By One, ho parlato con Riccardo Cucchi e Max Leggeri e ho fatto gli auguri ad una trentina di amici. Negli anni Settanta i gemelli andavano di moda e i figli si concepivano solo a fine agosto. I tre Massimiliano si sono guardati bene dall'organizzare qualcosa, mentre Fiorella ha fatto festa al Circo Massimo, Millo a Trastevere, io in un locale pieno di falcette, carrom, jianzi e martellini, Fulippo in quello del fratello che s'era pure dimenticato la ricorrenza e Lidia a casa sua. Dove siamo rimasti fino all'alba a scomporre e ricomporre inutilmente il concetto di viaggio. Avendo sull'argomento le idee ancora confuse, io riparto. Per un trasferimento che potrebbe estendersi ad una gita, quindi ad una visita parentale e magari anche ad un viaggetto.

29 commenti:

Dario ha detto...

G&qualevideo,quellaeraunafoto - il matrimonio era sabato. E il cellulare non l'ho spento neanche quando il prete ha detto: "Lord ear us". (sai, Donedo con l'italiano non è pratico come io con i gessetti)
Fuli', capisco le tue difficoltà nel dare un senso al titolo 'So far, so good'. Capisco un po' meno le tue difficoltà nel interpretare 'Bella e la Bestia', 'Sweet dreams', 'Why does it always rain on me', 'Upside down', 'L'isola del giorno prima' e 'Ordinary world'.
Ma a 'Puci per sempre' ci arrivi? ;)
Stefa', la solita vecchia scusa per aggirare il regalo.
Simo', rinuncia alle due opzioni e accontentati di questo ;)

fulippo ha detto...

Io capisco solo quello le espressioni dirette intendono dire, dove c’è bisogno di un interprete psicologo/psichiatra mi rifiuto di arrivare.
Avallo Antonio quando asserisce che ogni tua esternazione si presta ad almeno 3 interpretazioni diverse, il problema rimane capire qual’è la vera spiegazione se non la quarta (la tua).

p.s.: ergo, questo titolo lo capisco!!!

nesco ha detto...

Grazie Fulippo per la comprensione, della quale ho quanto mai bisogno in questa circostanza. Mi vendichero' su Dario impedendogli di prendere una qualsivoglia metropolitana e facendogli girare Berlino rigorosamente in bici..
Anche perche' non so se la sua visita sia da lui annoverata nella categoria 'gita' o piuttosto in quella 'famiglia'; certo e' che il ragazzo si e' fatto molto desiderare ("ma che si fara' mai in 'sti paesi che non si possa fare a Roma") e che di sicuro non merito di rientrare nel 'viaggetto'.
Ma tanto e' uguale, io sono contento come una pasquetta.... e ci riteniamo comunque commossi ed onorati delle sue visite, no?

Anonimo ha detto...

....fuli, nonostante mi senta tanto trascurato da te (vedi le mail non risposte e gli affettuosi vaffa che non lesini mai), te lo appoggio....mi riferisco al commento appena scritto cioe', dal rigo n°4 al 7 con eccezione della parentesi....

D&stillcazzegginaround...luckyU, mi riferivo alla connesione che mi hai inviato su skype dell'apt di Tegu e poi, il tuo celluloide mi da sempre il tono dell'occupato....tu sei occupato? No, sei libero.....meh, e allor cia ma fash?

Pucipersempre, come sei bella! Rinnovo gli auguri lasciati nel precedente post.....cosa che avrei fatto a voce se il caro cugino avesse modo di utilizzare la tecnologia in modo appropriato!!!

G&sezionisottili

Anonimo ha detto...

Fulippo, nella tua interpretazione di "What's my name again?" sei incredibile...ma avevi completato una tappa del giro d'Italia?

Viaggiatore, tutto ok? sei in Krukkonia e magari hai trovato una biondona (visto che qui non si è ancora concretizzato l'incontro auspicato)? e soprattutto hai portato la settimana enigmistica promessa:-)?

La Spagna arriva in finale.

Baci
Chiara

Caterina ha detto...

Chiara, if you dont mind ti rispondo io perche' i due "piccioncini" partono domani per una sorta di "luna di miele" (per non essere a meno di Puci a quanto sembra!) alla volta di Danziger e nel frattempo non hanno fatto altro che cazzaggiare al parchetto sotto casa di Antonio a litigare..il motivo??! Entrambi vorrebbero leggere lo stesso libro..proprio ora!!
Cmq sta bene, o per lo meno, lunedi' quando ho avuto l'onore di incontrarlo..giusto in tempo per la sconfitta dell'Italia..ehm ehm!! :)

bacio,
c

PS. Ah, della settimana enigmistica neanche l'ombra fino ad ora! Ma pronostico che, durante questo viaggetto, la completera' tutta prima di consegnarmela!!
Ammesso che me l'abbia portata!! ;)

Anonimo ha detto...

hey, hey, hey....attenzione a fare commenti sentimentali ed amorosi che qui abbiamo contendenti anche moooolto gelosi!!!

G&holdthecandle

PS: invece di cazzeggiare nel parco con il tuo "assistentefidanzato", scrivimi le tips da "viaggiodelmarciapiede" richieste! Beeeelle, tutte in una stessa email con il percorso e gli ostelli e, visto che ci sei, accompagnaci.... (mooning)

Anonimo ha detto...

Che bella immagine dei due piccioncini, anche litigiosi:-)
mmmhhh, secondo me il nostro si è dimenticato di portarti la agognata Settimana Enigmistica.
Comunque Caterina, ti puoi godere un po' di riposo e solitudine:-D

Baci a tutti
Chiara

fulippo ha detto...

Nostra Signora Ilaria e suo Emiro,
ho visto le foto del matrimonio:
siete bellissimi.
A parte lo sfarzo, si sentiva solo la mancanza di sua santità Silvio I°.
Cari DonIlary siete davvero una bella coppia.

Gianchi, grazie per il regalo.
Non so se lo hai scelto tu (si tratta di “La porta proibita” di Terzani) o il tuo inviato.
Ti ricordo che ne sei debitore per 9 euro, che opportunamente rivalutate al momento del saldo varranno almeno il prezzo di una settimana all inclusive in quel di Playa Maroma Catalonia.
Lo leggerò di prima mattina durante quei momenti di intima rilassatezza (alias fai tu …).
Ho mail tue a cui devo rispondere? O forse non le ho mai ricevute? Mi pare di essere allineato ribattendo cazzata per cazzata, volendoti sempre bene dentro.

Antonio: quel bastardo si concede solamente per godere del vuoto che lascia al momento del suo distacco.

Chiara: stavo tentando di prelevare al bancomat (appena sceso dalla moto e con casco rigorosamente originale “cinese della cina” e manco omologato) dopo aver sbagliato 2 volte il pin ed aver atteso invano da una feritoia sbagliata che uscisse il vil denaro quando il tuo amichetto mi intervista.

??? Ma la Caterina che scrive è la stessa che conobbi qualche anno fa in quel di Kamarina? …. Quella dell’anaconda sulla spalla, che intanto crescendo, non oso pensare cosa sia diventato.
Io avevo ancora il costume slip mentre adesso sono costretto al mutandone ascellare.
Guarda che noi non abbiamo dimenticato quella piccola, affettuosa e carina signorinella.

Dario: scommetto non avrai il coraggio di pubblicare le foto che provano la tua (e del tuo amico mexicano) fede interista (quelle di Palermo a colazione).

Caterina ha detto...

Ops, qui le cose si fanno complicate! Con ordine..

G&holdthecandle: sorry..non volevo urtare i tuoi sentimenti! ;)

Chiara: "Comunque Caterina, ti puoi godere un po' di riposo e solitudine", grazie ma come probabilm. tu sai bene non c'era pericolo..ma chi li ha visti quei due?!! Giusto lun. sera si sono concessi! Altro che Supereroe Troglodita come pensavo io, Dario e' un VIP! Vengono pure dalle campagne del Brandenburgo per ascoltare i suoi sermoni!! ;)

fulippo: credo di no, di nn essere io..ma, poiche' nn ho capito molto del tuo commento, ovvero della tua-mia descrizione, sono rimasta perplessa e nel dubbio!!

buon weekend!
un bacio,
c

PS. cmq i due sono vivi e sempre in viaggio, hanno mandato ieri sera un sms!

Anonimo ha detto...

Caterina, per un attimo mi è passata per la mente l'immagine del nostro predicatore che sermoneggia con tunica, sandali francescani e occhio penetrante:-) D'altra parte, come tutti i vip, si deve "dare" al suo pubblico...Il tuo p.s. comunque mi rassicura:-D

Fulippo, bè, quale momento migliore per intervistarti? scommetto che poi sei anche riuscito a prelevare:-)

Baciotti
Chiara

bobo ha detto...

beccate sta perla dell'amico tuo Casta':
MORENO: ´ALL´ITALIA MANCA TOTTI´

Byron Moreno, l'arbitro che fu decisivo nell'eliminazione dell'Italia dai Mondiali del 2002, è tornato a parlare degli Azzurri dopo le deludenti prestazioni ad Euro2008: "Mi sembra che questa non sia l'Italia di Lippi: è troppo difensiva, mi ricorda quella di Trapattoni. Credo soffra l'assenza di Totti .

federico ha detto...

Ciao a tutti, sono svanito per un po' causa lavoro, ma ero sicuro di aver postato una recensione di tutti i libri di terzani, che invece non vedo affatto... comunque tutto quel post era per consigliare come primo libro da leggere di terzani "Buonanotte signor Lenin" che ripercorre molte delle tappe, le più affascinanti per me, di Dario, nelle zone dell'ex URSS.
dopo questa piccola precisazione, volevo fare gli auguri ed i complimenti agli sposini!
poi, cosi en passant, avere qualche info sul "nostro" dario... hai deciso cosa fare da grande? stai già lavorando al libro o stai setacciando le innumerevoli nuove possibilità lavorative che si sono schiuse grazie al nuovo governo? stai già pensando di ripartire leggo; a questo punto riuscire a trasformare questi viaggi in una fonte di reddito mi sembra quasi prioritario, o no?
E' stata abbandonata l'idea di una pizzata con i frequentatori del blog? forse, visto il tempo, potremmo organizzare una bella polenta con le cotiche!

Anonimo ha detto...

No Federico, bucatini alla amatriciana...o alle brutte, se polenta deve essere, sia con tanto sugo e salsicce....
La pizzata mi sembra una buona idea, ma avverrà quando Dario starà a Roma per un po':-)
Grazie per il suggerimento su Terzani di cui ho letto solo un libro ("La fine è il mio inizio". Approfondirò.
Chiara

bobo ha detto...

Ma che fine ha fatto il prode? J'avete trovato una crucca che se lo sta succhiando co' una cannuccia?
Ci spedite i documenti a fine pratica?
Tanto per archivio...

Dario ha detto...

Magari, Bobbi'.
(se volete rimorchiare non andate mai in vacanza con amici impegnati. Soprattutto se poi voi stessi siete di quelli che o vi cascano fra le braccia o niente. Ma che se poi vi cascano fra le braccia dipende chi, come, perche' e cioe'-in-che-senso)
Federi', anzitutto bentornato. Poi SONO GIA' ripartito. Trovomi a Berlino (come da specifica alla mai troppo trascurata voce Location) dopo giro sui laghi masuri con 13 anni di ritardo.
Venendo a noi... neanche io ho visto le tue recensioni... comunque ho trovato quel libro di Terzani assai piacevole, nell'ottica deviatamente coinvolta di chi ha interessi precipui (eh?!) in quei posti. Ora sto leggendo Imperium di Kapuscinki. Meno vissuto, ma in certi spunti piu' pronfondo. Se mi concedi una battuta, facevano prima a scriverne uno solo a quattro mani.
Rimandiamo la pizza a settembre, quando saremo tutti in Italia. Compreso forse Giancarlo e persino Filippo, se ottiene passaporto. Offre il Banale.
Zucchi', se la smetti con le allusioni, ti dico pure che l'apice della vacanza in tenda e' stata la lettura congiunta del Giovane Holden. Io ho ripreso confidenza con la lettura ad alta voce, lui con l'italiano. E via discorrendo.
Cateri', il fatto che tu ancora risponda alle evacuazioni mentali di Filippo mi autorizza a non sentirmi in colpa per aver lasciato la settimana enigmistica a stretto contatto con il caricabatterie del mio cellulare. Cioe' a Roma.
Mentre il fatto che tu abbia subdolamente nascosto carte in tuo possesso autorizza me a chiamarti perlomeno infamacchiona)
Dopo una settimana in umido c'ho un quasi-letto.

p.s. a me Moreno disse che l'Italia aveva perso con la Corea perche' era uscito Del Piero ed era rimasto in campo Totti. Poi sul bus notturno per Guayaquil mi sentii male.
p.p.s. ulteriori spettacolari aggiornamenti nella gallery albumdiviaggio

bobo ha detto...

Io dell'apice della vacanza in tenda con la lettura congiunta del Giovane Holden, avrei fatto un video... Secondo me in Rai Utile o I programmi dell'accesso, per intenderci, quelli che vanno in onda dalle 01.30 alle 06.15... avrebbero avuto un successo senza precedenti.

E' proprio vero che in italia si è smarrito in senso dell'imprenditoria creativa...

Anonimo ha detto...

grande bo'...

Se hai ripreso confidenza con la lettura ad alta voce è perchè ti stai preparando a riaffrontare la Rassegna stampa mattutina alle 6.30?
Ieri ti ho mandato un sms, ma visto che il caricabatteria lo hai lasciato a Roma deduco che il tuo cell sia spento...Quindi ti manderò una mail per chiederti un consiglio fondamentalissimo:-)
p.s. ma l'hai saputo che abbiamo preso Riise?
p.p.s. Caterina, che ti dicevo? Settimana enigmistica a Roma!
Chiara

Anonimo ha detto...

Lavorare no è.......

Quando avrai finito di gironzolare qua e là, magari ti ricorderai pure dei tuoi affezionati ascoltatori (o eventualmente affezionati lettori del blog!!!!)


No, vabbè....sorry per l'acidità, ma le cose erano due: o ammazzavo il mio capo o scrivevo qualcosa...



Ingegnere

federico ha detto...

Ciao Dario! bella berlino, vedi un po' se riesci ad entrare nel museo ebraico fatto da Liebeskind, io sono stato 3 volte a berlino e ogni volta sono riuscito a trovarlo chiuso, sempre per motivi diversi ma ancora mi brucia! potresti usare una foto con quelle ferite nell'edificio per farci un post che parli di come si rimarginano le ferite nelle città ;)
di kapucinski per ora ho letto solo Il negus ed In viaggio con Erodoto, pensavo di buttarmi su Ebano, ma se me lo consigli prendo prima Imperium. Ora invece sto rileggendo I Barbari di Baricco, un saggio che mi sembra sempre più calzante con la situazione attuale, una lettura della società in evoluzione, forse un po' di sinistra come dice una mia amica, ma di certo molto interessante e per molti versi condivisibile; se qualcuno l'ha letto mi piacerebbe sapere cosa ne pensa, io a volte mi sento un barbaro che cerca di sembrare uno dell'accampamento saccheggiato.
saluti a tutti, soprattutto a Chiara che mi saluta sempre :D

Anonimo ha detto...

Ehi ma allora sei tornato e già ripartito...ti aspettavo allo spettacolo... i tuoi mille impegni ti hanno catturato?O tutti i tuoi amici che non vedevi da un anno ti hanno trattenuto a forza???
Mi sembra di capire che ora stai da Anto..beh forse un giorno rivedrò tutti e due...
Nora

Anonimo ha detto...

Ciao Federico:-)
Comunque questo blog mi sta dando un sacco di suggerimenti utili per buone letture...e io sono una divoratrice di libri. Se non dovessi lavorare passerei il tempo solo a leggere. E una vita non basterebbe per esaurire la voglia.

Baci a tutti

Anonimo ha detto...

p.s. ovviamente ero io.
Chiara

Caterina ha detto...

Dario: "Mentre il fatto che tu abbia subdolamente nascosto carte in tuo possesso autorizza me a chiamarti perlomeno infamacchiona)"

Ma ancora ce l´hai con quella storia di Marie??! A me sembra che tu abbia subdolamente nascosto/dimenticato delle carte..la mia settimana enigmistica! sob! :(

Chiara: "p.p.s. Caterina, che ti dicevo? Settimana enigmistica a Roma!"

Come volevasi dimostrare, avevi ragione!! Va beh, io ancora riponevo ancora alcune vane speranze in lui..prima di conoscerlo ovviamente! ;)

un bacio,
c

federico ha detto...

Ciao Chiara :)
visto che mi pare che ci sia parecchia gente interessata alla lettura vi volevo segnalare un libro di un giovane scrittore, Andrea Cisi - Cronache dalla ditta, mondadori strade blu.
Andrea è un mio amico, vive a cremona e fa l'operaio di mestiere, questo è il suo terzo libro, i primi due sono praticamente introvabili e pubblicati da case editrici nane, con questo spera finalmente di avere una chance fuori dalla fabbrica. vi riporto qui sotto una breve recensione che ho trovato in rete e che mi sembra calzi molto bene.
"Quando in libreria una fila di libri è più alta di altre, ovviamente significa una di queste due cose: o sta vendendo di brutto e non fanno che rimpinguarla, o nessuno lo compra. Ieri mi è accaduto di vedere alla Mondadori questo romanzo di Andrea Cisi in una fila ancora ben alta e intatta, assai poco considerata. Mi è dispiaciuto, perché io ce l’avevo a casa e lo stavo leggendo, l’ho letto e terminato, e secondo me è un gran bel libro. Cronache dalla ditta, Strade Blu Mondadori, è un romanzo divertente perché è un romanzo triste: parla della fabbrica, delle ore snervanti a lavorare su pezzi di cui non te ne può sbattere di meno, dell’ambiente difficile, della condizione dei precari nell’Italia che produce e viene presa a calci in culo. Però si ride parecchio, nonostante lo squallore del posto. Ci sono personaggi veri e i dialoghi son fulminanti.
Spesso mi sono lamentato che in questo Paese mancasse una letteratura di riferimento per la classe operaia. Ora c’è questo libro, che ha una trama episodica: un anno di vita di un trentenne nella Bassa, fidanzata precaria, gatto chiacchierone, e soprattutto quel suo noioso lavoro sulle termocoppie, alienante epperò reso divertente dal piglio bukowskiano con cui Cisi mantiene la narrazione. Spesso mi sono lamentato, dicevo, ora c’è questo libro apparentemente leggero che, secondo me, racconta più la nostra epoca di un trattatone sociologico di cinquecento pagine scritto a quattro o sei mani. Leggetelo."

Ovviamente anche il mio consiglio è leggetelo ;)

federico ha detto...

Dario visto che sei rientrato in Italia, o in padania... ci racconti qualcosa di Berlino?

bobo ha detto...

Non è la letteratura di riferimento che manca... purtroppo manca chi la legge, e se c'è, mancano i soldi da spendere per un poco-indispensabile libro... purtroppo.

federico ha detto...

ovvio che un libro non sia indispensabile, almeno non per tutti, però non mi pare che quello della carta stampata sia un settore in crisi, anzi a me pare che di libri se ne vendano sempre di più, spesso magari sono comprati assieme ai quotidiani o magari sono comprati e poi non letti... ecco allora in questa necchia si potrebbe tantare di compra solo libri "consigliati" o di cui ci si fida.
Poi comunque c'è sempre una nicchia di persone che invece mette i libri fra quell'indispensabile, magari a scapito di altro ed allora anche per quelli è sempre meglio sapere dove pescare...
e poi, è meglio sprecare una parola per un amico ed un buon libro piuttosto che tenersela ;)

bobo ha detto...

"non mi pare che quello della carta stampata sia un settore in crisi"

Ahimé, purtroppo è stato il primo ad andare in crisi e forse l'unico a restarci impantanato senza alcun appiglio... senza sovvenzione pubblica non esisterebbe più un quotidiano, l'allegato al quotidiano, la distribuzione... e, probabilmente, l'intera editoria. Con libri al seguito.