mercoledì 24 novembre 2010

Proposta indecente

Lo schermo in finta radica risulta un tantino pacchiano, ma dall'alto dei suoi 20 pollici fa la sua porca figura. I tre tipi di massaggi sono scolastici ma a modo loro sollazzano, il vino bianco è secco ma più che passabile, l'equipaggio è ingessato ma ben assortito: un'hostess è libica, una è brasiliana, una è indiana, una è ucraina, lo steward è australiano di origini calabresi. Ingannata da una camicia destinata ad un benemerito del posto, la Emirates ha deciso di farmi atterrare in Sri Lanka in business class, spaparanzato su una poltrona molto più comoda di tutti i letti sui quali dormirò nei quindici giorni seguenti. Il primo, a castello, lo divido con Wang Si Que, uno dei rari cinesi a potersi permettere di viaggiare zaino in spalla, uno dei rarissimi di etnia Han ad avere optato per l'Islam, forse l'unico musulmano per scelta che non mangi carne di maiale ma beva alcol e fumi qualsiasi cosa. Wang Si Que, che la madre chiama Lao Mao - vecchio gatto - è fidanzato con Chang Sue Qin (anche nell'intimità si chiamano per esteso, prima il cognome poi il nome) incatenata a Pechino dai suoi doveri di poliziotta. Un lavoro per il quale ha solo due settimane di ferie comandate e perciò non può viaggiare né ora né nei tre anni successivi ad un'eventuale ritiro. Paro paro ad Aleksej, che adesso fa il programmatore ma che ha passato le otto stagioni teoricamente migliori della sua vita a collezionare medaglie dell'esercito russo in Kamchatka. E fra i ghiacci ha maturato una tale fame bulimica di mondo che dopo tre anni di purgatorio obbligatori per smaltire un po' di segreti di Stato ha deciso di girare Nepal, India e Sri Lanka in 3 settimane. E' partito ad handicap, perché la moto che aveva affittato l'ha mollato ai piedi dell'unica salita del Paese proprio quando aveva deciso di darmi un passaggio. In eredità mi lascia comunque birra, patatine, una mappa dettagliata e la voglia di camminare.
Per questo finisco per percorrerla a piedi, la costa da Weligama a Galle. In due giorni macino una quarantina di chilometri di stick fishermen, di pescatori in bilico su pali piantati nell'oceano, di pagode, templi indù, chiesette e moschee in ordine di frequenza, di manifesti del sorridentissimo Mahinda Rajapaksha e di pubblicita' delle quattro aziende di telefonia mobile (i cellulari sono così diffusi che in caso di tsunami il governo ha previsto un bel messaggino collettivo di allarme), di corvi e pipistrelli, di varani e vipere dal metro e mezzo in su, di qualche vacca sacra e qualche benedetta mangusta, di palme e scoiattoli, di una pletora guest house e di negozi allestiti con le rimesse degli emigrati, di branchi di cani randagi e di bus lanciati a razzo a rifarti la piega, visto che non c'è un metro per i marciapiedi. Come sopravvivano tutti 'sti animali all'avanzata del cemento non lo so. So solo che fra Matara, il punto più meridionale dell'isola, e Negombo, il più occidentale, si sgomita in 200 chilometri di asfalto opprimente, risparmiato solo dove sono stati allestiti i piccoli cimiteri per le oltre 40.000 vittime dello tsunami. Dopo l'Indonesia questo è il Paese che ha pagato il tributo più alto a quella catastrofe. E so che arrivo a Galle con una maglietta ridotta a un cencio tempestato di granelli di polvere e catrame. Non voglio sapere cosa ho nei polmoni. Quando un fruttivendolo di Kogalla mi chiede quale sia il mio problema, gli indico la testa. Da queste parti un problema diffuso: 50 anni fa un monaco ammazzò il presidente della Repubblica e ancora 20 anni fa Terzani la chiamava l'isola folle. Forse nel senso che se non sei matto come Casul - lo scemo di un villaggio, Polhena, dov'è di dominio pubblico il flirt tra un bonzo e una donna sposata - ci diventi, scemo. E gli incontri che fai non è che aiutino. Io per esempio incontro una poliziotta che cerca di vendermi un appezzamento di terreno, un batterista convinto che il cancro si sconfigga con infusi di foglie di papaya, e Luka. Cinquantenne dal fisico tirato, berlinese, separato, è la mente che ha ideato i velotaxi e che da Unter den Linden li ha esportati in tutto l'occidente (tranne che in Italia, ne ha anche discusso coi sindaci di Milano e Firenze ma ha sbattuto contro l'altolà della 'mafia dei tassisti'), quindi dopo un divorzio e una specie di crisi mistica nel 2008 ha ceduto il marchio e il business e ora vive soprattutto per yoga e meditazione. "I nemici da combattere sono la paura, la rabbia e il desiderio" mi confessa, prima che il suo iphone cominci a suonare a tutto spiano. Prima è la figlia, poi la nuova compagna, quindi il tizio che gestisce uno dei suoi alberghi. Anche Vivianne è tedesca e divorziata. Ma per via delle sue facoltà dagli Inuit della Groenlandia si fa chiamare Shaman e dai cingalesi Shanti, la 'pace interiore'. A conferma del suo basso profilo, sul biglietto da visita della sua guest house sostiene che ti aiuterà a trovare il cammino che porta dentro il vero te e sul biglietto da visita del suo centro massaggi di Francoforte si autodefinisce 'maestra di vita'.
I dottori K.B. Shantha, Pereira, Dimmaka e tutta la compagnia di giro si definiscono invece 'dottori' perche' lo sono proprio, dottori. Ma sulla spiaggia di Unawatuna si comportano come liceali in gita, tambureggiando e cantando a squarciagola per ore, mangiando pollo alla trinitrina e riempiendo bicchieri su bicchieri di Smirnoff purissima per spegnere l'incendio. Shantha del resto si è laureato a Mosca, e tutt'ora invita anestesiste russe a fare stage in un ospedale di Colombo. E quelle gli lasciano ricordi su ricordi. Così quando sotto un diluvio che neanche nei video dei Take That la spiaggia rimane deserta, sulla costa si sentono solo loro rumoreggiare sotto l'effetto della vodka. Loro e me. Salutandomi a fine giornata, Shantha mi propone alticcio, complice e cameratesco di celebrare l'addio al celibato nel resort di un suo amico, assieme a cataste di gamberoni freschi, liquori di importazione e le amorevoli cure delle sue stagiste moscovite.
E visto che in vita mia ho ricevuto proposte peggiori, qualche giorno dopo trovo anche il modo di andarci, a Wadduwa. Ma poi con un mozzico sulla lingua e una martellata più a sud passa la paura. E sotto l'ennesimo diluvio mi ritrovo in una struttura eco-friendly desolatamente deserta a consumare cinque portate di pesce e frutti di mare annaffiate da un brandy prodotto su licenza francese assieme a sei singalesi villosi. Poi resto pure a dormire. Offre la casa, è il mio addio al celibato.

Pubblicata nuova gallery: Sri Lanka e Maldive 2010

67 commenti:

Dario ha detto...

(e visto che ci sono rispondo qui ai commenti al post precedente...)

Anonima coppia di amici, qualche mese fa Pippiano mi ha inoltrato il contenuto della telefonata di un ascoltatore, il quale a distanza di tempo voleva ringraziarmi a mezzo radio sostenendo che la mia trasmissione (o i miei duetti con Agroppi, o entrambe le cose) lo avevano aiutato a superare la depressione. Sono cose di platino, come il vostro messaggio. Il rammarico non e' mai stato aver lasciato quella radio, ma di aver lasciato in sospeso alcuni discorsi, anche solo potenziali. Percio' mi sarebbe enormemente piaciuto fare la vostra conoscenza. Ma se invece volete lasciare che il blog e la radio seminino nella mia vita solo i Pippiano e gli Onnis, ve ne assumete la responabilita' :)

Bana', il matrimonio e' quel contratto che non impedisce de facto ma rende moralmente piu' complicato per Crstina mollarti come meriteresti. Mi sembra un buon motivo per firmarlo.

Carissimo Brunho, un saluto ogni anno e mezzo e' meglio di niente. Detto fra noi l'obiettivo sarebbe anche quello di disintossicarsi dal calcio e dal suo contorno, ma forse e' piu' facile uscirne quando nome e origine non sono una precondizione identitaria. In altre parole, l'altra sera a Kuala Lumpur ho corrotto un barista per vedere in differita il secondo tempo di Roma-Bayern...
Idem per Basano75 al cubo :)

Fabio Marino', benvenuto allo scoperto, finalmente. Sapessi quanto manchera' a me il tuo caffe' e quanto mi dispiace di averti lasciato nelle mani di Fares. Quella si' che e' ancora una passione pura: ho trascorso 2 giorni alle Maldive guardando tutte le partite di Bercy! Jessica dice che se qui va male torno per gli Internazionali, cosi' mi tiro su con qualche telecronaca.

Il solito caldissimo abbraccio ad AleRoma e Margherita. A Zucchina e Biondo (piu' a Biondo, pero'). Alla coppia di fatto Ingegnere&Architetto (auguri, Federi', tanto quelli che c'hai li dimostri da un pezzo! E cmq sulla storia dell'emigrante moderno tocca tornarci) e a quel pirla di Onnis. Se nel testo c'e' scritto che sto 3 giorni alle Maldive, 12 in Sri Lanka e 2 in Malaysia, che senso ha scrivere tre giorni dopo: "Aho', sei arrivato?".

Verruzzo e Fulippo presenti! Ce l'avete un numero fortunato o un numero di maglia preferito? Sto mettendo su una sfida a calcetto/calciotto (dipende da quanti siamo e dai campi di cui dispongono in zona) contro i wallabies.

Luca ha detto...

Jessica come sta?


...ah si, vabbè va, un saluto anche a te. :)


Onnis

Anonimo ha detto...

per essere stato un viaggio breve hai conosciuto un sacco di gente interessante anche stavolta...e sei risucito anche a viaggiare in Business!! che lusso:-) il fatto poi che ti sia visto proprio il secondo tempo di Roma-Bayern, cioè i 45 minuti in cui la Roma ha ribaltato la partita con una rimonta d'altri tempi mi fa anche pensare che non fossi tu a portare sfiga:-D


Jessica come sta? fatto il primo barbecue a base di carne di canguro e coccodrillo? Qua pare finalmente arrivato l'inverno, e piove a dirotto...almeno non stai sotto l'acqua in motorino.

Baci e facci sapere di Jessica

p.s. grazie per l'abbraccio caldissimo, ricambiamo.

Chiara

Dario ha detto...

Nessun barbecue di coccodrillo, in compenso appena atterrato mi hanno portato in auto ad Adelaide (che poi e' sempre Adele'id) facendomi sorbire altri 1750km fra andata e ritorno per i 21 anni del cugino James. La festa a tema Western per noi ultra ventiseienni si e' conclusa alle 2 di notte, anche se al piano di sotto tre casse da discoteca hanno continuato a sparare a tutto spiano alla faccia nostra e dei koala e degli echidna di zona fino alle cinque del mattino. Tornato a Melbourne ho trovato la camera risistimata per me. E qualche bella notizia :)

p.s. a Jessica hanno scucchiaiato in profondita' 7-8 centimetri di braccio, lasciandole un incavo penoso che restera' per sempre. Sulla base delle statistiche in loro possesso di fronte a casi di melanoma di secondo grado le hanno detto con estremo tatto che ha il 77% di vivere 5 anni e il 60-65% di viverne dieci. Tutto grazie alla competenza del dermatologo del San Gallicano (Trastevere, Roma, Italia) il cui nome vi girero' presto per conoscenza.

Luca ha detto...

Non ho parole.

Onnis

fulippo ha detto...

Grazie R_oma!!!
Grazie RR_oma!!!
Grazie RRR_oma!!!

3 volte grazie e 1 prego per franceschino, incontrarvi è sempre fonte di piacere.

bobo ha detto...

Caro Dario,
il dermatologo del S.Gallicano è un rubagalline, certo. Ma poteva capitarti anche l'oncologo del Regina Elena o quello del S.Raffaele... competenti quanto il primo.
E forse anche lì in Australia, nazione farmacologicamente affratellata agli USA, troverai o avrai già trovato rubagalline senza scrupoli.
Perché quando parliamo di tumori nessuno ha la verità in tasca... c'è solo qualcuno che si arroga il diritto di conoscerla o ti spiattella percentuali ASSOLUTAMENTE FALSE, frutto della premeditazione industriale farmaceutica, apprese fin dai primi anni di università... che verranno rese da questi individui per il resto della loro vita professionale a miglia di pazienti ignari: puttanate.

L'unica cura è continuare a vivere nel miglior modo possibile ricorrendo il meno possibile a farmaci... stando alla larga da chi diffonde verità.

Una bacio ad entrambi.

Dario ha detto...

Conosci la mia ignoranza in materia, Bobo, e sai che non ho strumenti per giudicare le diverse scuole di pensiero o di azione. Da profano mi sorprende che si possa ridurre in quel modo il braccio di una persona cui e' stato gia' asportato un tumore, mi indispettisce che si indichino linee guida rigide ("e' rischioso rimanere incinta nei prossimi 4 anni") e mi scandalizza che si possano riferire ad una degente le percentuali di sopravvivenza sulla base di statistiche relative a casi analoghi, come fanno qui in Australia. Ma rispetto a queste che sono sensazioni e opinioni, l'unico dato certo e inconfutabile e' che lo stesso neo che secondo il mio medico di base e un paio di chirurghi era 'evidentemente da togliere con urgenza', per il dermatologo del San Gallicano per ben due volte era altrettanto evidentemente benigno.
Almento vi siete risparmiati un erede per un po' di tempo.

p.s. Fuli', stai bbono che senno' scrivo ndo abiti.

Dario ha detto...

p.p.s. Fuli', la moka te la porti da casa o ti accontenti di quella made in China che trovo qui?

Anonimo ha detto...

Dario.....quoto Bobo al cento per cento. Per sfortuna o chiamala come vuoi tu, sono 15 anni che mi "interfaccio" con questa malattia. A mio padre avevano detto che non sarebbe campato a lungo. 15 anni fa....appunto. Per cui vivere tutto come se non fasse accaduto nulla, no....ma Vivere nonostante tutto SI!
Non ho ricette particolari nè tantomeno "consigli". Potrei scadere nella più classica delle retoriche...mi astengo. Auguro però a te e a Jessica il meglio...e sono sicuro che sarà così.
Un supermegabacio a lei e uno dei nostri abbracci calorosi a te!

Ingegnere

Anonimo ha detto...

molto bello il tuo scritto infatti non ho capito nulla, simpatica la foto della ragazzina che deve averti visto nudo.
Per il resto mi hai aumentato la profonda tristezza che mi attanaglia che girovaga su dei binari che fermano alle stazioni di politica, lavoro, traffico, stress, pioggia, Roma, Barcellona, escort che mi posso permettere, escort che non mi posso permettere e hanno come capolinea la morte dell'immenso Monicelli.
ilbanale
ps. unica certezza:lazio merda

Dario ha detto...

Simo', visto che devo aspettare altri 4 anni l'unico farmaco cui ricorrero' sara' il Viagra Plus.

Bana', ti salvano dalla depressione quelle perle di figli (sempre sia lodata Cristina) e la tua imbecillita'.

Onnis, aho' fra i provini ce ne fosse uno in cui sei passabile come nella foto che ti ho scattato io. Quando Giordana ti molla e ti risposi 64enne con la tua badante karakalpaka, il fotografo lo faccio io.

A breve la gallery singalese&dintorni.

Dario ha detto...

...e non capisco proprio perche' il tuo fotografo ha scattato 5 primi piani a Jessica e mi ha inserito solo di striscio in foto di gruppo.

basano75 ha detto...

Grandissimo Dario! Un abbraccione fortissimo...

Basano75

Luca ha detto...

Perchè Jessica è bella e tu sei brutto.


Onnis

il negretto sottocoperta ha detto...

Info: inserita la nuova gallery fotografica...

Dario ha detto...

Visto che mi si chiede in privato come vanno i preparativi, eccheme qua' con gli aggiornamenti. Dunque.
Intanto per entrare nel vestito (e per non sentire piu' il Biondo fare battute idiote e l'ingegner Mauti andargli appresso) ho ripreso l'attivita' fisica. Mezz'ora di corsa e di vogatore e due ore quotidiane di struscio fra centri commerciali. Oggi ho versato l'acconto per un anello che vale da solo quanto cinque settimane in India. E' pure spartano. Ma il vero aspetto negativo e' che non si tratta di quello di Jessica ma del mio. Questo perche' ovviamente l'Euro ha pensato bene di crollare di botto proprio quando dovevo cambiare i miei averi in dollari australiani. A voi con la svalutazione non cambia una cippalippa mentre io mi sono giocato in un colpo solo il 30% del potere di acquisto di tutto quello che cambio (e non potendo lavorare DEVO cambiare) rispetto ad un annetto fa.
A proposito del lavoro, avendo rinunciato al Bangladesh ed essendo atterrato in Australia il 25 novembre, SE non mi arriva il permesso di soggiorno devo lasciare il Paese entro 3 mesi, cioe' prima del 25 febbraio. In caso di elezioni anticipate o di rivoluzioni popolari vengo a dare il mio contributo in Italia, altrimenti erro in zona (Filippine, Papuasia, Taiwan, Giappone, Palau, Nauru che qui e' celebre in quanto isola di puro guano) fino al riconoscimento del visto a tempo indeterminato.
Intanto dormo con due opossum che si inseguono fra di loro sul tetto quando non se la prendono con qualche pipistrello.

p.s. Onnis, la tua e' una opinione meramente mera.

Dario ha detto...

Fuli' lascia perdere la moka che' mi hanno appena regalato una Bialetti da sei.

Luca ha detto...

Oh, meno male. Ti manca solo il caffè bòno e l'acqua di Roma.


Onnis

Dario ha detto...

Hanno allegato una confezione di caffe' Avanti, che sul retro ti spiega perche' il caffe' Avanti e' il migliore del mondo. In realta' non so dirti perche' visto che sono rifiutato di andare oltre. Sull'acqua sai quanto mi costi ma non riesco a darti torto, Luche'.
Intanto e' arrivata la lista con le opzioni per il menu: a occhi chiusi mi sento di escludere 'chicken and pumpkin risotto', 'chicken and vegetable lasagna' e 'baked banana and apricot bread and butter pudding'.

Anonimo ha detto...

Si, direi che possiamo toglierli dal menu col sorriso sulle labbra!

Un bacio a Jessica. Un abbraccio a te.

Ingegnere


P.S. Non ti facevo permaloso! :-D

Anonimo ha detto...

Haute cuisine!

Dario ha detto...

Simo', ti pare che puo' essere permaloso uno che si sveglia alle 6per vedere su internet Cluj-Roma col commento in cinese e ci mette 7 minuti a capire che se la programmazione prevede:

20:45 - 22:45 The UEFA Champions League Live:
FC Twente vs. Tottenham Hotspur
Werder Bremen vs. Inter Milan
Ol. Lyon vs. Hapoel Tel Aviv
Benfica Lisbon vs. FC Schalke 04 Manchester United vs. Valencia Bursaspor vs. Rangers FC
FC Barcelona vs. Rubin Kazan
FC Kobenhavn vs. Panathinaikos

non e' perche' hanno complottato contro la sua astinenza da calcio ma perche' e' il giorno sbagliato?

p.s. i nipotini invece si beccano gli spaghetti BOLOGNAISE

Martina ha detto...

Come mio esordio scelgo non casualmente proprio questo giorno...quando ho deciso di recuperare tutto il recuperabile e farmi una scorta di ogni piccolo pezzo di puzzle aggiunto...e spero di potervi fare accesso, nonostante io giochi in casa quando tu giochi fuori :-) Un abbraccio Dario...

giancarlo ha detto...

castà, tutte le scuse sò bone per non lavorare...mò pure sta cosa del permesso d soggiorno, 'na tristezza, da te mi sarei aspettato almeno un pò più di fantasia.

quanti chili hai perso già?

"chicken and vegetable lasagna" bbona ahò...poi ci dirai il menu definitivo...ma qualcosa di tipico? tipo spezzatino di opossum o cosciotto di canguro?

baci a jennifer

Dario ha detto...

Ma perche' la Lazio stasera gioca in casa, Marti? ;)
E comunque l'esordio, dopo 3 anni e mezzo non si puo' senti'... ti sei fatta fregare persino da Fabio Marinone!

Biondi', e vedrai te quando con la scusa della nostalgia di casa chiedero' di tornare a Roma passando per il Suriname. Comunque torno ora dalla prova pantalone. Ci sono entrato in zona Cesarini, quindi nel dubbio un gliel'ho lasciato per fare l'orlo e per allargarlo di un pollice. Perche' qui ai matrimoni non si mangia un granche' ma si balla come oba oba e si beve come camionisti.
Il menu e' talmente tipico che comprende THAI beef with ASIAN green vegetables, MOROCCAN lamb e MOROCCAN spiced seasonal fish fillet, grilled salmon with HOLLANDAIS sauce, crayfish poached in CHINESE rice wine, spinach ROMA, la celebre BOLOGNAISE eccetera eccetera. Non so dove sbatte' la testa...

Bobbi', grazie davvero per 'Orme'.

Se puo' aiutarti/vi a reggere meglio il clima italiano, ti/vi informo che anche qui sembra Macondo. Solo con 20 gradi di piu'.

Anonimo ha detto...

visto il menù più che un permesso di soggiorno di servirebbe quello di cucina....da estendere anche al bagno dato che le conseguenze potrebbero essere simili all'eruzione del vulcano, ormai dormiente da millenni, alkaseltzer.
Manca giusto il koala ripieno mantecato in foglie di eucalipto....in compenso abbiamo il dario mentecatto tra rami di bamboo.
baci a jessica e vi saremo tutti vicini, soprattutto quando l'effetto di cotanto pranzo li vedremo in tv a causa dello tsunami che il megarutto causato dagli invitati sarà visibile persino da Plutone.
ilbanale

Dario ha detto...

Banalotto bello, la foto della bambina l'ho allegata pensando a te e la tua battuta in proposito ha fatto ghignare la suocera.
'notte

p.s. un cartello all'uscita dal reception center ti sollecita a verificare che ti sei ricordato di prendere la dentiera. So' pure simpatici, sti australiani.

bobo ha detto...

T'è piaciuto Orme?
...o me ringrazi pe non avello comprato coi soldi tuoi?
:)

un bacio a Jennifer

Dario ha detto...

C'ho preso due pagine di appunti, Bobbi': se mai scrivero' un libro ci saranno una mezza dozzina di scopiazzature. Ora mi butto su Sarah MacDonald, rinvio a data da destinarsi qualcuno dei polpettoni che mi sono portato (Mann, Solgenitsyn, Joyce, Nabokov, Bronte) e cerco un'anima pia che mi porta La riva fatale. Poi con la letteratura autoctona ho chiuso.

p.s. in alcune vie di Melbourne c'e' la stessa concentrazione di truzzi di origine italiana riscontrabile d'agosto a Panarea.

Anonimo ha detto...

Dario, innanzitutto ricambio calorosamente l'abbraccio inviatomi, scusa per il solito ritardo nella risposta, ma ovviamente gli eventi non possono che procurare difficoltà.
Ma volevo anche fare un grande in bocca al lupo a Jessica per come affonterà la vita da qui in poi, e di certo non sarà facile, ma altrettanto certamente anche tu ti rimboccherai le maniche come al tuo solito.
Vita australiana, capisco le differenze rispetto alla nostra, ma non credo sia proprio peggiore, anzi(con un'eccezione per la cucina, per quanto mi riguarda...).
Un abbraccio a tutti e due e un saluto agli struzzi!
Margherita

Anonimo ha detto...

finalmente scrivo anche io:-)
quasi quasi mi dispiace non esserci per poter assaggiare tutte quelle prelibatezze...il banale mi ha anticipato, penso che se mangiassi tutte quelle cose marocchine, asiatiche, thailandesi, bolognesi, romane...insomma tipicamente australiane potrei aver bisogno di un paio di mesi per riprendermi. Ma una sana grigliata di carne? no eh...vabbè.

Ho visto le foto finalmemte...posso dire che sono rimasta incantata da tutte le splendide contadine tamil, e impressionata da tutti quei pescatori in equilibrio su quelle canne sottili a Mahdia?
Ogni volta mi apri nuovi orizzonti:-D (tanto lo so che mò mi prenderai in giro come sempre).

Per il resto, non ci credo che sei dimagrito, e se anche fosse sarà uno stato provvisorio...ah, dopo il matrimonio la pancia fissa è assicurata (tranne il biondo che si mantiene sempre in forma...) e probabilmente anche una precoce calvizie:-D
ma sarai sempre affascinante per noi nella memoria...

esaurite le cattiverie (ah no, ce ne ho un'altra: condivido Onnis, Jessica è bella e tu no:-D), quindi possiamo sperare di vederti già in primavera? Penso che troverai una situazione immutata in Italia...non credo al 14, penso che B se la caverà pure stavolta. Ha avuto la geniale idea di chiudere il Parlamento...certo, lavoravano troppo poverini, e così ha avuto il tempo di comprarsela la fiducia...
Nel paese delle deroghe, dei condoni, degli indulti, penso che quest'uomo non morirà mai....perchè non morirà mai quello che ha creato prima come imprenditore e poi come "politico" negli ultimi 30 anni.

Senti, passando alla vostra vita quotidiana lì, ma con l'acqua come va? ci sono delle regole da seguire per evitare gli sprechi immagino, ma anche veri e proprio orari?
altra domands (così faccio vedere che mi documento...): hai già fatto un giro in bici sul Webb Bridge sul fiume Yarra?

baci a abbracci a Jessica
ma anche a te

Chiara Zucchi

Dario ha detto...

Cucina (ieri sera nella zona italiana ho mangiato una pizza con ananas, funghi, salame piccante e gamberetti) e celebrazione dell'addio al celibato, Marghetita.
Jessica ha appena organizzato una simpatica serata vintage con le sue amiche, tutte vestite a tema.
Io sono stato prima obbligato a montare i mobili dello stanzino della lavatrice (addio, amato e sottoulitizzato dito medio) del neo cognato James - visto che ospitera' 5 amici che verranno dall'Italia - e poi sono stato trascinato dai tre cognati, dal suocero e da un paio di amici - tutti rigorosamente con cognome olandese - in un tour di bevute lungo sei ore.

p.s. il segreto e' andare al bagno ogni venti minuti.

bobo ha detto...

Ma come... "La riva fatale" è il primo tomo della serie che t'ho mostrato mettendotelo a disposizione... ed è anche l'unico libro sull'australia che conosceva Jennifer, se non ricordo male :-)

Non ho capito una cosa... ma in tutto questo bailamme avete anche accattato una casa?

Su skype no, eh?

Dario ha detto...

Bobbi', io mi sarei portato tutta Feltrinelli, ma nello zaino non ne entravano piu' di cinque-sei e nel pacco non piu' di dodici. Ora vengono gli amici e contribuiscono alla causa in attesa che mi abitui all'idea di usare Kindle o roba del genere. Con il fuso orario attuale accendo skype solo su appuntamento, dando la precedenza a quei poveracci che hanno deciso di venire fin qui a bersi 'sto caffe'.

Margheri' scusa lo spelling. Era tardi e dovevo andare al bagno ancora un paio di volte...

'Good Weekend', il supplemento dell'autorevole The Age, ha dedicato l'ultimo numero ai winners e ai losers del 2010. In copertina c'e' un primo piano talmente stretto che gli si vede anche la ricrescita della barba e il sottotitolo e': "The people of the year - from Silvio Berlusconi to Aung San Suu Kyi". All'interno la scheda che lo riguarda termina cosi': "Time to retire from politics, Silvio. You're rich enough". Poveri ingenui.

Luca ha detto...

Chiara... pancia fissa e precoce calvizie hanno già colpito Dario prima delle nozze.

Dariù... niente niente te fossi già sposato in passato?


Onnis

Dario ha detto...

Zucchi', si' Mahdia c'e'. Ma c'e' anche Polhena, Widigama, Midigama, Ahangama, Kogalla. Cioe' ne hai presa una su sei, uno strepitoso 17% che rappresenta un incoraggiante passo avanti rispetto alle tue medie abituali. Di' al tuo compare ascoltatore Onnis che un annetto fa in tv un ospite inserito nel mondo della moda fece emergere in tutta la sua evidenza la mia somiglianza con George Clooney (e non era Pruzzo, che prese Jessica per una cinese). Quindi capisco l'invidia di Onnis che in vita sua e' stato scambiato al massimo per Marrabbio di Kiss Me Licia con le orecchie a sventola e capisco il tuo rammarico per aver rimediato un incrocio fra un pitbull e Cassano, ma e' lapalissiano che finche' circolera' gente con la vostra sensibilita' artistica ed estetica De Sica campera' ancora a lungo coi film di Natale :)

p.s. per sensibilizzare la gente verso un uso piu' parco dell'acqua un annetto fa l'Australia era tappezzata di cartelloni raffiguranti il classico figone a meta' strada fra il sottoscritto e Clooney tutto inzaccherato sopra lo slogan: "Se lui puo' farsi la doccia in 4 minuti puoi farlo anche tu". Ma con la pioggia caduta da quando ci ho messo piede io i cartelloni sono spariti.

Luca ha detto...

[...]un ospite inserito nel mondo della moda fece emergere in tutta la sua evidenza la mia somiglianza con George Clooney[...]

Voleva prenderti per il sedere.

In un senso o nell'altro.
O in entrambi i sensi.


Onnis

Dario ha detto...

Se a te ti ci prendono sempre e solo in un senso un motivo c'e' :)

Dario ha detto...

Comunque finalmente HABEMUS CELLULAREM!

(e per un difetto di vista della vecchia proprietaria lo sfondo e' una foto del sottoscritto con sigaro in bocca e limoncello in mano scattata allo sposalizio di Onnis)

Anonimo ha detto...

Cocchina c’è!

Dario ha detto...

Se sapevo che il Cepu stava messo cosi' male, cent'euro per passare Diritto Pubblico e Economia Politica al secondo appello glieli davo.

p.s. con Cocchina fanno 17. Si aggrega qualcun altro o la chiudiamo qui?

Luca ha detto...

E' sparito un mio messaggio?

Avevo scritto una allitterazione così carina :(

Ieri c'era, giuro.
Non ho bevuto.

Onnis

Anonimo ha detto...

Odio lo psiconano.
Non lo reggo, non lo sopporto proprio.
Faccio parte del più grande partito d'Italia (cioè quelli che NON votano o si astengono o annullano) e non mi vergogno a dirlo. Sono un qualunquista? Forse. Ma sono anche uno con uno spirito critico ed un proprio cervello. Facile dire: è tutta una merda. Ma purtroppo la realtà è questa. Vedo e sento tanti finti santi e tanti, troppi peccatori.
La mia scelta non-politica deriva da questo.
Mi dite l'alternativa a questo schifo di non-governo? Mi fate un NOME credibile? Qui continuiamo a turarci il naso...ma all'orizzonte non vedo un'alternativa seria. Ricordiamoci che siamo il paese che per rigetto al fascismo e per paura del comunismo (tra l'altro ormai solo due parole e nient'altro) c'hanno fatto campare con 50 anni di DC.

Solo una parola: che tristezza.

Eppoi mi stupisco di come anche in Polonia siano ormai più avanti di noi........

Scusate lo sfogo, ma ho quasi 35 anni e da quasi 23 anni vivo in paese che non ha un governo degno di questo nome.

Ingegnere Qualunquista

Luca ha detto...

Ing. io farei un bel distinguo tra il non votare e il votare scheda bianca o annullare il voto.

Io fin quando me lo permetteranno (e non è così scontato, visto il contesto in cui viviamo) andrò sempre a votare.

Chi o cosa sta nella coscienza (e, lasciatemi dire, nella CULTURA) di ognuno, ma il non andare a votare è secondo me non solo un errore, ma anche una mancanza di rispetto nei confronti dei nostri nonni che hanno lottato per dare a noi questo diritto.


Detto questo, condivido fortemente la tua tristezza.


Onnis

Dario ha detto...

Prima di rassegnarsi ai difetti congeniti della democrazia rappresentativa bisognerebbe sperimentarla, Simo'.
In un rigurgito di qualunquismo posso condividere che il marciume sia strutturale, ma non pensare che Verdini valga Veltroni ne' che non ci siano alternative meno dannose del responsabile del rincoglionimento di un popolo e dello sfaldamento delle sue istituzioni. Ergo voto.
Il paradosso e' che il peggio ha da veni'. Perche' negli ultimi anni la vita politica si e' retta in equilibrio sempre piu' precario su una piramide rigidamente gerarchica e si e' appoggiata sul leader carismatico, il piu' facile dei bisogni indotti. Ma nell'immediato dopo Berlusconi - quando nessuno avra' i soldi, l'autorita' e la facciatosta di tenere un intero Paese sotto scacco - i buoi scapperanno e si passera' al tutti contro tutti. Come ieri.

Anonimo ha detto...

il bello è che a sentire i telegiornali di regime che ormai tutte le reti ci propinano (fanno eccezione La7 e in parte Rai3) l'Italia è piena di Comunisti, tutto il marcio è opera dei Comunisti, Silvio è un povero perseguitato dai Comunisti (...la madre Russia...). Io non vedo un comunista da decenni.
Anzi, la rete di ricatti, favori, clientelismi vari in cui ormai affoga l'Italia coinvolge indistintamente quelli di destra e di sinistra (per modo di dire perchè non esistono più due precisi schieramenti)...senza contare quelli che cambiano partito come Ibra e prima di oui Vieri cambiano maglia. Capezzone che è nella top ten dei più odiati ne è l'esempio.
Facce "nuove", o alternative almeno più credibili del diavolo che governa si potrebbero trovare...Di Pietro, Vendola (che chiaramente nel paese che si chiama Italia nelle cartine ma dovrebbe chianarsi Vaticano non credo potrebbe mai essere proposto come Leader della sinistra)...oppure Matteo Renzi, l'attuale sindaco di Firenze...che certo è un paraculo, ma almeno è giovane e "nuovo". Pulito non credo, ma da qualche parte si dovrebbe pure ripartire a dare fiducia.
Certo è che non mi ricordo tanta gente che scende in piazza e protesta...almeno un risveglio delle coscienze almeno parziale c'è... Forse. La gente mi sembra che si sia discretamente rotta le palle.

L'Italia storicamente non è in grado di fare rivoluzioni. Ma che non ci siano le condizioni per governare mi sembra ovvio. Il voto di fiducia è stata solo una farsa, e sapevamo che sarebbe andata così.

Comunque i miei figli li manderò in Australia da zio Dario:-)
Sempre che ti rimangi la tua affermazione sull'aspetto fisico del Biondo, che è da querela...

Il 17% che mi riconosci mi onora e mi gratifica:-D

p.s. vorresti dire che il tuo arrivo lì ha determinato un cambiamento climatico e la soluzione al problema della siccità? ti dovrebbero fare cittadino onorario di Melbourne.

Bacetti

Chiara

bobo ha detto...

Credo sia un madornale errore non votare. Non votare significa accettare in regalo questo stato di cose, tristi personaggi annessi.

Ci vuole coraggio e pazienza... qualche soggetto apprezzabile nelle stanze della politica c'è ancora. magari in esilio a Strasburgo, dove non fa grossi danni.

Coraggio è anche votare per un/una trentenne (e lo dicio io che ne ho 50), una mente lucida, non addestrata alla convivenza transatlantica di queste parti...

Anonimo ha detto...

E zio Dario li mettera' a coltivare zucchine

Anonimo ha detto...

meglio che fare il precario in Italia:-)

Insomma abbiamo beccato lo Shaktar...non si può dire che sia andata male ma, lo dico ora, secondo me la Roma non passa. Io volevo il Barcellona. almeno me lo vedevo dal vivo all'Olimpico e avremmo assistito a una bellissima partita.

Dariu', che fai? stai reiterando adii al celibato vari? mancano 2 settimane...

Ci manchi tanto

Baci a tutti

Chiara Zucchi

Dario ha detto...

Due romani, due palermitani, un'aversana, un piacentino e tre meticcetti padani. Arrivano i primi barbari invasori, si salvi chi puo'.

Ho dimenticato come si scrive un articolo ma in compenso oggi ho completato il trasloco dell'ex coinquilina. Visto che qui la velocita' di crociera e' di un litro e mezzo di birra al giorno, dopo l'ultimo spa-party ieri avevo deciso lo sciopero dell'alcol. E l'ex coinquilina ha pensato bene di ringraziarmi per il trasloco con dodici bottiglie di Nastro Azzurro.

p.s. Zucchi', sarebbe stata bellissima per il Barcellona :)

giancarlo ha detto...

bella castà, certo che per diventare alcolista e (ancor di più) panzone potresti almeno aspettare il 31 dicembre...se continui così manco ti entra il vestito...

dai a jennifer tutta la mia comprensione.

Dario ha detto...

Se hai la metà del coraggio che millanti smetti i panni dell'acidone e racconti in giro quanto me vuoi bene, Milio'. Un regalo come il vostro si spiega solo così, o con la lunghissima coda di paglia di Zucchina :)

(grazie, grazie, grazie - anche da parte di Jennifer)

racconti in giro quanto me vuoi bene ha detto...

in italia non è ancora tempo di outing. in australia forse si...

giancarlo

p.s. almeno se devi fare babbonatale non hai bisogno del cuscino sulla pancia.

Margherita ha detto...

Complimenti per lo stratagemma del bagno ogni 20 minuti, davvero geniale, da adottare senz'altro quando si incorre in problematiche simili...
Toccata e fuga, ma giusto per dirti Dario caro, un augurio grande grande per tutto... tutto compreso! Ovviamente anche a Jessica una abbraccio dalla donna che porta il nome della pizza più amata.
Ciao.
Margherita

Dario ha detto...

Gianca', mi risulta che tu faccia outing ogni mattina al bagno.


p.s. grazie Margheri', ma con 20 ore di furgoncino negli ultimi 2 giorni e sei andate all'aeroporto nei prossimi 5 giorni, qui più che Natale sembra Scherzi a Parte.

Dario ha detto...

p.s. sondaggio al primo dei sei nipotini per Natale ho regalato la maglietta della Roma autografata da Riise, Julio Sergio, Rosi e Adriano. Esiste un regalo più sopravvalutato?

Anonimo ha detto...

Bè, Rosi e Adriano te li potevi risparmia'...Riise e Julio Sergio invece ok.

Sì, è vero, avevo tante cose da farmi perdonare...e il biondo ti vuole davvero bene:-) di niente.

Ma lì che si fa per Natale? travestite un canguro da Babbo Natale? O fate l'albero in giardino con i koala che ci si arrampicano?

Un abbraccio forte per questo primo Natale nalla tua nuova patria:-)
baci a Jessica!!

famiglia Milioni

Luca ha detto...

Tanto col fuso so' ancora in tempo pe' gli auguri di Natale, vero?

...


Onnis

Anonimo ha detto...

mi associo a Luca!

Ingegnere


P.S. Chiarè, dimmi la verità, ma quanto te piace scrive: "Famiglia Milioni" ????!!!! Un abbraccio forte a te e al Biondo

P.P.S. Ma qualcuno ha notizie sull'altra mia metà-di-fatto-alias-l'Architetto?????

Dario ha detto...

Ormai bazzica solo di viaggio per fighetti, Simo'.
Luché, qui il Natale è passato senza lasciare il segno. L'unico regalo me l'ha fatto il futuro suocero, che mi ha impacchettato un sacco a pelo che puzza tanto di invito a togliersi quanto prima dai marroni :)

p.s. famiglia Milioni, spieghi per favore a Pippiano che per inserire i commenti bisogna solo crederci un po'?

(metà) famiglia milioni ha detto...

chi cazzo è pippiano?!?

p.s. coraggio Castà il meglio è passato!

giancarlo ha detto...

grazie ingegnè! non (me) strigne troppo però...

Anonimo ha detto...

Illustrissimo Pippiano, ti chiedo scusa a nome dell'altra metà della famiglia Milioni (quanto me piace)...ovvio che il biondo scherzava:-) Però mettilo un post!!
mica vorrai trascurare Dario ora che sta nell'altro emisfero!!

insomma dopodomani si verifica questo evento...quanto manca poco!!

bel regalo quello del suocero...

Baci baci

Zucchi

AleRoma55 ha detto...

Dario, quale è il giorno preciso che convolerai (Roma time)? Ma potrai dire "si" o dovrai dire "yes"?
Io intanto sto leggendo 1984. Sembra che George Orwell avesse previsto tutto.... tranne la sconfitta ai rigori nella finale di coppa dei campioni.

AleRoma55

bobo ha detto...

il 30 Ale... il 30.

viagra online ha detto...

What happened to his feet, is that malformation because of fishing in those poles?