giovedì 27 ottobre 2011

Che la festa cominci


Goroka Show is the most famous tribal gathering and cultural event in Papua New Guinea. It is held every year close to the Indipendence Day (16th September) in the town of Goroka. About 100 tribes arrive to show their music, dance and culture.
(conto di fare meglio dello stitico riassuntino di Wikipedia, almeno quantitativamente - intanto ecco un medley aperto dalla MUR di quei buontemponi di Polga) p.s. un saluto agli intemperanti amici di Kainantu (cui ho lasciato una maglietta e la borraccia) http://www.bbc.co.uk/news/world-asia-pacific-15147220 e ai loro esuberanti vicini.

37 commenti:

Anonimo ha detto...

Attendo quando attraversi e fai il bravo.


Onnis

AleRoma55 ha detto...

arincrociamo le dita...
AleRoma55

il biografo ha detto...

prevedo una Komodo2...

Anonimo ha detto...

un abbraccio e buon viaggio...aspettiamo presto notizie.

baci da zucchina e fiore di zucchina (grande Onnis)

Z.

Anonimo ha detto...

:D


Dario dacci un segno che questi silenzi sono assordanti.


Onnis

il biografo ha detto...

starà danzando con qualche indigeno o sbracciando nel pentolone di qualche altro... :)

Anonimo ha detto...

fatti vivo se lo sei da sabato non scrivi più

federico ha detto...

nessuna nuova, buona nuova?
ma è da solo li??

Anonimo ha detto...

Te lo dico con le buone...
Torna e facciamo i conti!
Ingegnere

Anonimo ha detto...

Dario appalesati.


Onnis

AleRoma55 ha detto...

Entro nel blog una decina di volte al giorno ma nessuna notizia :(

AleRoma55

federico ha detto...

ragazzi siete tutti troppo apprensivi secondo me, non stiamo parlando della casalinga di voghera in vacanza nel sud del Turkmenistan, eh...
Ci sta pure che non abbia trovato un internet point per palesarsi a noi, magari l'ha fatto a chi di dovere :-)
ottimismo!!

il biografo ha detto...

ANSIA (fonte certa): Il periodista girovago è vivo e si accompagna a Port Moresby con uno steward gay.
Arriverà questa sera alle 23.00.

Anonimo ha detto...

Che brutta fine.


Onnis

AleRoma55 ha detto...

Il fatto che sia vivo, si accompagni a uno steward gay, arrivi alle 23, fa confluire tutto in una zona anatomica ben definita....

p.s. posso finalmente scrociare le dita.

AleRoma55

Dario ha detto...

Che ha fatto la Roma?

Anonimo ha detto...

A Dariù, de còre proprio: MAVAFF...

C'hai fatto sta' in pensiero.
Per cosa poi? Pe' gioca' a acchiapparella con lo steward.

E la Roma ha pareggiato 0-0 con l'Inter e gioca domani sera col Siena.


Onnis

Anonimo ha detto...

Dario non posso permettermi di accomunarmi a Onnis per il Vaffa... non ho questa confidenza e non me la prendo... però pure tu...
cmq ti sei perso pure l'esonero di Gasperini dopo la sconfitta di ieri col Novara, le dimissioni proposte e poi ritirate (vivvaddio) del buon, per noi, Reja e l'infortunio di Djokovic... altro?
Bentornato, Rita.

il medico di bordo ha detto...

Hai già fatto una verifica idraulica della portata?
Quando loffi fai ancora rumore?
La voce ha assunto toni più acuti?

AleRoma55 ha detto...

Carissimo Dario sono completamente d’accordo col pensiero di Onnis (quanno ce vo, ce vo). Le visite nel blog questo mese avranno avuto una notevole impennata per le volte che sono entrato a verificare se fossi ancora vivo. Quando ci potrai rivelare le esperienze con lo steward io ti racconterò quelle con “Shantaram”. In aggiunta al resoconto di Rita ti informo che dopo l’eliminazione della Williams da parte dell’australiana Samantha Stosur la giornalista di Rai sport ha coniato un nuovo ossimoro commentando: “Una nervosa Serena…..”.

p.s. porta Jessica a fa’ l’elettrocardiogramma che ja preso er mar de core!

AleRoma55

federico ha detto...

io non ero preoccupato...
l'unico!!!
:-)
com'e lo steward?

giancarlo ha detto...

semo in due Federì.

castaldo è rotto....ad ogni esperienza...

Anonimo ha detto...

Io invece c'ho confidenza: a Dà, mavaffanculo!

Ingegnere

P.S. bentornato

P.P.S. e comunque sempre i conti dovemo fa....

Pistakkietta ha detto...

Foto! Foto!
@ Federico: non eri l'unico!!!

Dario ha detto...

Pistakkie', solo per ruotarle tutte in senso orario mi servono 2 giorni. Prima che finisco di nominarle per la gioia di Bobbino fai in tempo a tornare dal Vietnam e a spiegare Piperno ad Ermanno.

p.s. il punto è qui circolano notizie come questa
http://www.sbs.com.au/news/article/1566679/png-tribesman-attacks-kiwi-with-arrows

Anonimo ha detto...

Si vabbè adesso non era preoccupato nessuno... bravi bravi bravi! (da leggere con l'intonazione di quelle due comiche di Zelig che fanno il verso alla trasmissione della De Filippi)


Onnis

AleRoma55 ha detto...

Dario, questo è il parziale:
Preoccupati col vaffa 4 (Onnis, AleRoma55, Ingegnere e credo Bobo)
Tranquilli senza vaffa 3 (Architetto, Giancarlo, Pistakkietta).
Se poi dai un po’ di confidenza a Rita il punteggio si porta sul 5 a 3 :)

AleRoma55

Dario ha detto...

Alessa', con mia sorella e tutto il cucuzzaro finisce in fretta 6-3 6-0.

p.s. a proposito, Ri', altro che infortunio di Djokovic, in Papuasia fra le tante cose che non sapeva nessuno c'era pure il risultato della finale di Flushing Meadows.

Anonimo ha detto...

ridi, ridi....addà tornà no?

Ingegnere

P.S. La Roma....un pianto!

pane ar pane ha detto...

Non fa' la vittima... sappiamo bene che l'unica freccia che t'ha colpito è quella scagliata dal cupido steward

Anonimo ha detto...

Toc toc, c'è nessuno?


Onnis

un delatore ha detto...

se sta a riposa'... è dura scaricà le foto, riguardassele, scegliele... ve sete abbituati troppo bene

Anonimo ha detto...

mi sono un po' persa...ho guardato solo i due video dei "papuasiani" (o papuesi? boh)... Devo dire la verità, leggo tutto con pochissima concentrazione, e se già la memoria delle cose scritte sul blog difettava prima figuriamoci ora che di media dormo 2-3 h al giorno. Valerio o fiore di zucchina è adorabile (vero zio Dario?) ma NON dorme, non gli interessa, c'ha troppe cose da fa' e da vede' intorno. Non sa quanto è bello il sonno...potrebbe andare a fare la rassegna stampa tra un po', tanto...

Un abbraccio a tutti, dite che per fine ottobre magari je la famo a organizzare una cenetta? Sperando che nel frattempo il rospetto si sia un po' emancipato dalla tetta.

p.s. letture: a parte qualche cosa di leggero e svuotatesta tipo Sophie Kinsella, ora sto leggendo Canale Mussolini di Pennacchi, e mi sono comprata già anche Il fasciocomunista. Vi farò sapere.

p.p.s.auguri al Capitano. Io per questa Roma sono fiduciosa...mi sta piacendo l'idea. Spero che lascino a Luigi Enrico la possibilità di sbagliare e sperimentare quanto vuole

Zucchi

il negro sottocoperta ha detto...

pipol... c'è una nuova gallery... provvisoria, ma c'è ;)

Anonimo ha detto...

Remo:

Bellissime foto!

Alcune veramente fantastiche.
Però, se posso fare una piccola osservazione, ce ne sono parecchie che sono 'croppate' in modo tale da penalizzare il soggetto che sembra stare in uno spazio troppo angusto. Specialmente nelle inquadrature verticali.

p.s.
ero convinto di aver già postato l'intervento ma si deve essere perso nel cosmo... boh!

Dario ha detto...

Osservazione giusta e pertinente, Re'. Ma non croppo le foto, le scatto proprio così.
Il problema è che passo molto più tempo a guardare le immagini sul display della fotocamera che sullo schermo del computer. Il display è talmente piccolo che se la foto non è 'piena', non rende.
Di fatto da quando scatto in digitale faccio sempre più foto così, che oscillano dal 'molto' al 'troppo' piene. Il vantaggio è che sono così al naturale, e che quando si scambiano le fotocamere con altri viaggiatori vinco la palma d'oro anche se in giro ci sono fotografi. Durante il giro del mondo la Lumix fu galeotta più di una volta, a Goroka tre birre in tre giorni :)
Amenità a parte, per fare una foto perfettamente bilanciata servirebbe uno sfondo che si armonizzi o quantomeno non cozzi col soggetto, ma nel caso dei Festival spesso sullo sfondo trovi tendoni pubblicitari, gente in borghese o giapponesi di passaggio.
Nel caso del Goroka Show devi immaginare il contesto - oppure guardare i filmatini se ti capita - e capirai che quando erano in azione, la maggior parte dei gruppi si agitavano confusamente, spesso in formazioni chiuse difficili rendere con un'inquadratura larga. E una miriade di locali si agitava attorno ai protagonisti.
Quindi non stringere sui personaggi significava infilare nella foto qualche soggetto indesiderato, se non addirittura l'occasionale occidentale con la macchina fotografica. Senza contare che le performances si alternavano fra le 10 e le 14, col sole costantemente a picco: ho sentito persino gente dire che non c'erano le condizioni ideali per fare belle foto. Per me era il Paradiso...
Ho preferito insomma raccontare lo show passando soprattutto dal particolare al generale, fare una carrellata di volti che a modo loro (l'urlo, la linguaccia, il sorriso, la fatica, la gomma da masticare) rendessero l'atmosfera generale, e non viceversa.
Nella selezione delle foto poi vanno valutati altri aspetti, come la voglia di inserire più gruppi possibili e di raccontare una storia, per cui non sono necessariamente le migliori. Ho scartato almeno altre 100-150 fotografie altrettanto valide, e in qualche caso non le ho scelte perché erano più 'aperte' e non avrebbero mai reso nel formato della gallery, che è sì e no un 10x15. Senza contare che un giorno ho scattato in RAW e quelle foto devo ancora finire di guardarle tutte...
Insomma, chiudere troppo l'inquadratura sui soggetti è un vizietto che sto purtroppo maturando con la digitale, ma nello specifico è frutto della situazione contingente. E della necessità di farsi offrire una birra, visto che al supermercato una lattina costava 7 euro :)

viagra ha detto...

Questo blog è mente che soffia, in un primo momento ho pensato che non avevo nulla di interessante da offrire, ma dopo aver letto alcuni post la mia opinione è cambiata radicalmente.