martedì 21 luglio 2009

Down Under

Presente (I come from a land) down under?

Quel motivetto d'esordio dei Men at work datato 1982, numero 1 della chart negli Stati Uniti e in Gran Bretagna? Quello che e' valso alla band il Grammy Award '83? Quello cosi' orecchiabile da essere adottato l'anno seguente come inno dall'equipaggio di Australia II, la barca vincitrice della Coppa America di Azzurra e dell'Aga Khan, da accompagnare mr Crocodile Dundee fra le strade di Los Angeles nel 2001 e - dopo essere stato palleggiato da un'infinita' di documentari - da essere usato nel 2003 anche nel trailer di Alla ricerca di Nemo?


Comunque sia, due decenni buoni di ripetute l'hanno sedimentato sull'immaginario collettivo locale, quel motivetto. E quando nel 2007 il quiz Spicks and Specks su ABC TV - roba forte - ha svelato un'anomala coincidenza e ha spinto la piccola etichetta musicale Larrikin a denunciare il plagio, il continente ha tremato.

Apriti cielo. I Men at work - gli 'Operai al lavoro' - hanno scopiazzato il ritornello da una vetusta canzoncina per bambini: Kookaburra sits on the old gum tree.

Dove.

a) il kookaburra e' un goffo volatile, l'ennesimo stravagante componente della stravagante ampia fauna di questo stravagante sconfinato Paese il cui nome non poteva essere non essere stravagante (trascurando l'ornitorinco, l'echidna e il casuario, nella mia personalissima classifica divide il podio con l'epinefelo e il cacatua).

b) Il Kookaburra e' appollaiato sul vecchio eucalipto fa cosi':

Kookaburra sits in the old gum tree

Merry, merry king of the bush is he

Laugh kookaburra, laugh

Kookaburra gay your life must be

Kookaburra sits in the old gum tree

Eating all the gumdrops that he can see

Stop, kookaburra, stop

Kookaburra leave some there for me

Kookaburra sits in the old gum tree

Chasing all the monkeys he can see

Stop, kookaburra, stop

Kookaburra that's not a monkey, that's me !

E anche senza l'ausilio del dizionario, non si perde niente.

c) il testo e' del 1934. Ed e' stato scritto da una tal Marion Sinclair, in occasione della partecipazione del suo Toorak college ad un raduno di ragazze scout da qualche parte nei dintorni di Melbourne.

d) L'associazione delle guide dello stato di Victoria e' andata a cercare lo statuto del convegno e da due anni sostiene che i diritti le appartengano.

e) Chiunque la spunti in semifinale, ad attenderlo davanti ai giudici trovera' gli avvocati dei due autori - Colin Hay e Ron Strykert - di una band che ha venduto 30 milioni di dischi e l'esercito di mangiacarte assoldati dalla Sony BMG Music Entertainment, dalla Sony DADC Australia, dalla EMI Songs Australia e dalla EMI Music Publishing.

Ora.



La storia la dice abbastanza lunga sullo spessore musicale dei brani anni Ottanta, ma il punto non e' questo.



Fossi stato in quelli della Larrikin e dell'asso-scout di Victoria, mi sarei assicurato un po' di ritorno - figurati se Bim Bum Bam o la pubblicita' del formaggino MIO non ti sceglie subito subito come sigla - e avrei continuato a farmi sandwich alla vegemite. Ma il punto non e' neanche questo.

Il punto e' che secondo il Times, questo e' un Paese che in tutto il 1998 ha prodotto 6 notizie degne di essere pubblicate. Cosi' l'approssimarsi della seduta dell'Alta Corte e la soluzione di questo megascandalo e' il tema piu' discusso della settimana sulle tavole australiane.

Per uno che viene dall'Italia, lo shock e' anafilattico.

22 commenti:

bobo ha detto...

Beh, se non altro, a forza di schivare uccelli hai messo su una cultura ornitologica di grande spessore...

mozapalooza ha detto...

e pensa che qui abbiamo scoperto silvio non usare il preservativo.. vivere in italia è lo shock insostenibile :D

pasqualino ha detto...

sono d'accordo vivere in italia è insostenibile. del resto è di oggi la notizia che 23.000 italiani vivono a barcellona con aumenti del 20%.
E Barcellona non è Sidney non è Melbourne e nemmeno Robe o Apollo Bay.
Ti invio lo ribadisco

Anonimo ha detto...

Sei Fantastico... Lupin 3rd

federico ha detto...

geniale... in parte è anche il motivo per cui ho scartato l'ipotesi di andare a vivere in nuova zelanda, non potrei sostenere certe notizie!!

AleRoma55 ha detto...

Premesso:
che la rassegna stampa ti va decisamente stretta; che credo tu possa scrivere un libro; che, visto che sei pure telegenico (agevolato da quel sorriso brillante), tu sia in grado di condurre trasmissioni del tipo “alle falde del Kilimangiaro”, “per un pugno di libri” e, perché no, “che tempo che fa”; che, se lasci il nostro paese, ti libererai in una sola volta di Silvio, di Maria De Filippi, del festival di San Remo, del grande fratello, di isole varie, di telegiornali taroccati, di Balotelli, di Moggi, di arbitraggi scandalosi a Milano, della nostra Roma che se non vende non compra, della nostra capitale imbottigliata, inquinata, depauperata e di tutto ciò di cui potrai liberarti lasciando l’Italia.
Ma io, che al mattino mi tagliavo anche se non mi sbarbavo; che risputavo il biscotto nella tazza dopo una tua facezia ; che con le cuffiette sullo scooter ridevo da solo in mezzo al traffico come un matto, come farò?

Un abbraccio
AleRoma55

Dario ha detto...

Della serie 'cosa vorresti scrivessero sulla tua lapide'...
Grazie AleRo', tienitene una copia per quancdo sara'. Ma in attesa di imprevisti birmani mi tengo la salute e la speranza di trovare un altro lavoro.
Pasquali' - per un po' mi tocca restare a Insostenibilandia. Fra un anno tiriamo le somme con la cangurotta pallida ed e' possibile che ci si trasferisca. La conditio sine qua non e' che prima di arrendersi al nulla da segnalare si passi per penisola arabica, Iraq, Iran, Afghanistan e Pakistan. Anche perche' - Mozapalo' - qui nessuno evade le tasse, il pizzo e' roba per intenditori, nessun politico corrompe giudici, ci prova con le minorenni o invita escort su lettoni per russi. Insomma, una noia che non ti dico.
Fabie' - com'e' che hai lasciato sola la mogliettina irrequieta?
ArchitettoCelle' - E invece Melbourne?
Bobbi' - Infatti a forza di esperire me la cavo anche nel riconoscimento a distanza degli escrementi, ultimamente.

federico ha detto...

Melbourne e sidney erano, fino a due settimane fa, l'obiettivo del prossimo viaggio conoscitivo fra natale e befana, non quest'anno però perchè una coppia di amici aveva in programma il giappone ed allora per una volta ci siamo aggregati; anche se sia ben chiaro che di trasferirmi in jappolandia non se ne parla neppure.
L'australia è una possibilità, anche perchè ne ho davvero le tasche piene di questo paese, quando torni mi dettaglierai bene i pro ed i contro della grande isola, già che ci stai vedi se serve una coppia di giovani architetti ;)

Anonimo ha detto...

ma di un brillante ingegnere no?

...tolgo il brillante? ;-D

Come al solito leggo, rido da solo e la gente mi guarda come fossi un marziano.

Dariè Danzica è molto bella. Me l'avevi descritta bene. La mattina ci manchi. Ormai in streaming sento solo radio rock..........

Ale è esattamente quello che avevo in mente. :-D

Saluti a Federico!

Ingegnere

Anonimo ha detto...

a riecchime...ho lasciato un post pure di là, ma non potevo non commentare questa notizia sconvolgente di plagio...Ah, la delinquenza e la criminalità australiane...che meraviglia...Credo proprio che il tuo probabile trasferimento in down under possa smuovere anche le nostre vite. chissà.
Alla discussione sui pro e i contro (credo molto pochi a parte la distanza e la disintossicazione forzata dal calcio e dalla Roma...ah sì, ci metto anche i bucatini...) vorrei partecipare anche io. Un cambiamento di vita ma soprattutto una fuga da questo pease allo sbando mi sembra un sogno...ma sta a me anzi noi renderlo concreto, vero Dariu'? abbiamo un anno per parlarne e organizzarci:-D

AleRo', la descrizione che fai dell'italietta nostra e della nostra città è da incorniciare. un bacio a te e a Margherita.

La Radio perde tantissimo, e non credo che riuscirà a mantenere i record di ascolto di quest'ultimo anno. Una bella fetta di ascoltatori silenziosi e non, pensanti, che non amano essere intortati andrà perduta.

Ingegne', come va? ho scritto un post anche sull'altro pezzo di Dario, per recensire i concertoni...

Comunque, il blog ha ripreso quota...

Baci a tutti

Chiara

bobo ha detto...

Dario, sei inqualificabile!
Sei andato via dalla radio portandoti via accenti e punteggiatura... i tuoi sostituti, pur facendo un lavoro immane, non ne vengono a capo.

Restituisci almeno una scortarella via mail...

Anonimo ha detto...

Meno male che sei in vacanza così abbiamo finalmente qualcosa di interessanre da leggere!
Concordo con Bobo: come fai il correttore di bozze tu in diretta radiofonica non lo sa fare nessuno...
Piccolo inciso sul trasferirsi lontano da questa "land of confusion": un paio d'anni all'estero (Europa) l'ho fatti. Un altro paio in Canada (chissà) me li farei di corsa. Ma, citando Mediterraneo, "eravamo tutti più o meno in quell'età in cui non si sa se metter su famiglia o perdersi per il mondo".
Salutami i bradipi
Stefania

p.s. Chiarè, no te preocupes. Anche io pensavo ingenuamente che la fine di luglio fosse ormai quasi vacanza. Ma qui non si vede luce.
E quando sarà, sarà un successone!
;-)

elbosnio ha detto...

Vista la quantità di notizie potresti fare un appuntamento fisso per noi che siamo in Italia del tipo "Dario brings you tomorrow today" e ci racconti come sarà il domani, dato il fuso orario ;-)

Anonimo ha detto...

tra una fetta di pane kookaburro e marmellata e un koala intinto nel caffè mi chiedo se per sopravvivvere abbiamo bisogno di un numero superiore a sei di notizie meritevoli di essere pubblicate....allora linkati all'homepage di repubblica e dimmi se tra quelle ce ne una che leggeremmo volentieri....
daddario-dario= dad che significa papi.....il sillogismo produce dario=silvio jessica=noemi ora mi spiego tutto, quanto j'hai dato, e i suoceri erano compresi nel prezzo?
pensa cosa avrebbe fatto johnny senza un santo.
non è che mi faresti la rassegna stampa col burka? si, tutta per me...riscriverò sherazade...aiutami coi titoli...urka che burka...ali bobò e le 40 vignette....
un ultima curiosità, che cazzo magna un kookaburro? essendo già condito nel nome...ma è parente del kookamargarina?
stanotte non ce dormo
ilbanale (me sa che s'era capito)

Anonimo ha detto...

Chiarè, dopo un ambientamento durato 5 minuti il capo mi fa:" Bene ora comincia a lavorare e non ci rompere i ...."

Tutto sommato :-D

Però a parte il cibo (troppo grasso, speziato e fritto) non mi posso lamentare. Ma siamo solo alla prima settimana!
AddavenìBaffone! :-D

Ingegnere

P.S. Comunque uno lo potevo sopportare, ma addirittura due....

Dario ha detto...

Ieri il tg puntava i riflettori su questa vecchina di 84 anni che nel bagno di una sala giochi ha trovato una pistola.
Tre servizi in un'ora.
Ma a tavola avevamo di meglio: la storia del sacchetto di vomito della cugina incinta. La mattina - mentre guidavamo verso il centro - s'era accartocciata sul sedile posteriore e aveva rimesso in una busta di plastica. Riempiendola. Solo che invece di lanciare il sacchetto dal finestrino - sia mai - abbiamo accostato e ci siamo incamminati fra le villette a schiera alla ricerca di un secchio della sapazzatura.
Finche' a Werder St. abbiamo incontrato una coppia di anziani che l'ha accolta col sorriso, la busta di vomito, e se l'e' pure portata in casa.

p.s. domani si va a Perth. Domenica notte a Singapore. Lunedi' mattina a Yangon.

Dario ha detto...

Bana', il bronzo per la Adelizzi.
Simo' - anche il piu' talebano degli esterofili si deve inchinare al cibo di Insostenibilandia. Ah. Lungo il corso principale di Stare Miesto c'e' una specie di self service che ti raccomando: i piatti tendono ad essere insipidi, ma essendo un retaggio dell'epoca che fu, almeno spendi come a Kathmandu.
Elbo' - Vada per "When tomorrow comes".
Bobbi' - solo fortuna (qualcuno lo disse in diretta a proposito degli ascolti raggiunti dalla radio da quando facevo il direttore artistico :)
Federi' - a sentir loro sembra che qui ci sia posto per tutto e tutti. Ieri mi hanno proposto di venire a fare l'idraulico. Mo' giro l'idea al Biondo, che' almeno c'ha il fisico.

Anonimo ha detto...

Castà, guarda che pè fà l'idraulico mica serve il fisico, non cominicà a trovare scuse, è ora che ti trovi un lavoro dignitoso.

per quanto mi riguarda ti ringrazio del pensiero ma l'idraulico è un lavoro troppo di concetto...vedi se posso fà il magazziniere. e poi dellà un idraulico famoso già c'è...

g.

Anonimo ha detto...

Tanto per non farsi mancare nulla, anche la Svizzera ha una grande notizia: Roger Federer e la sua Mirka (altro che Ilary) annunciano che sono nate le loro figlie gemelle, Myla Rose and Charlene Riva (Cristian? Chanel? tzè...). Che sia per questo motivo che "the best ever" abbia ricominciato a macinare Grandi slam? Pannolini, latte, etc...
Buon viaggio, un abbraccio viruale a tutti e due e un saluto ai bloggers.
Stefania

p.s. mi raccomando di condividere presto foto!

Anonimo ha detto...

considerando la mia (poca) padronanza dell'inglese, io che potrei fa' Dariu'?
ragazza attempata alla pari come la vedi?

la domamda sarebbe cosa faceva la vecchina ultraottantenne nella sala giochi...tutta vita in australia!!

Ingegne', contando Stoccolma sarebbero 3...ma il più bello è stato Torino. Resisti per il cibo e tienici aggiornati.

tra un po' arriveranno anche i resoconti del banale...ricordati che ti veniamo a trovare:-D

Dario e Jessica, dateci notizie anche dalla Birmania mi raccomando, e foto!!

baci a tutti

p.s. continua a cercare occupazione per noi:-))

Chiara

Anonimo ha detto...

tanto per sapere quand'è che hai deciso che sono una mogliettina irrequieta???
un bacio a te e alla cangurottina :)
ti.

Anonimo ha detto...

ho saputo dalla segreteria telefonica che avevi fatto sapere di essere ancora vivo. dacci un segno anche prima del 15 noi da oggi, 27 luglio siamo rientrati con i giovani figli di €fly. N e P